„Ho messo Praga proprio all’inizio perché è una tra le mie città magiche. Ma mi piace anche Dublino. Metta Dublino al posto di Praga, non farà nessuna differenza". A quel punto la reazione dei traduttori fu: "Ma Dublino non è stata invasa dai russi!" Al che risposi: "Non è colpa mia".“

Interpretazione e sovrainterpretazione: Un dibattito con Richard Rorty, Jonathan Culler e Christine Brooke-Rose

Ultimo aggiornamento 22 Maggio 2020. Storia
Umberto Eco photo
Umberto Eco257
semiologo, filosofo e scrittore italiano 1932 - 2016

Citazioni simili

James Joyce photo

„Se ho scelto Dublino per scena è perché quella città mi appariva come il centro della paralisi.“

—  James Joyce scrittore, poeta e drammaturgo irlandese 1882 - 1941

Origine: Da Letter to Grant Richards, 5 maggio 1906; citato in Ulisse: Guida alla lettura, Mondadori, 2000.

Francesco Guccini photo
Brendan Behan photo

„Fratelli e sorelle,» cominciò e, veloce come un lampo, si lanciò in un aspro attacco al governo di Dublino, spiegando come lo amareggiasse che la legge sul controllo delle assunzioni in Irlanda del Nord non avesse tagliato fuori un vasto numero di feniani. «Tra noi c'è la feccia di Dublino,» disse, e io applaudii insieme agli altri. «Se ne dovranno andare.»

«Ascoltate, ascoltate,» feci eco insieme alle masse.
Alla fine, con la schiuma alla bocca e con grande professionalità, rivelò l'asse cospiratorio tra il Cremlino e il Vaticano.
«Li ho entusiasmati, non credi?» disse quandò tornò al suo posto.
«Senza dubbio, signore,» risposi.
Pensai che stesse per svenire. «Cristo, di dove sei?»
«Di Dublino, signore.»
«Ah, ovvio, sei uno dei fratelli di Dublino.»
«Sono un fratello di tutta l'umanità,» dissi.
«Intendi dire che sei un orangista?»
«No,» replicai, «sono un ex soldato dell'IRA.»
«E sei anche cattolico?» mormorò la parola come se non fosse in grado di pronunciarla.
«Un gran numero di persone a Dublino ha dei seri dubbi su cosa sia io in realtà, signore, ma dal suo punto di vista sono un cattolico, come anche mio padre e mia madre. Tutti nella mia famiglia lo sono sempre stati, ma non dirò che sono bravi cattolici. L'unica cosa certa, in ogni modo, è che nessuno di loro è mai stato protestante. E oltre a ciò, glielo dico con assoluta certezza: alle prossime elezioni lei verrà eletto, ne stia certo. Non vedo come la gente del Nord potrà mai acquisire più buon senso di quella del Sud, e qui sono riuniti già abbastanza coglioni per riuscire a eleggerla.»

Alzò il braccio come per interrompermi ma io non avevo ancora finito. «Ho notato che non ha fatto cenno alla disoccupazione del Nord,» e lo guardai dritto negli occhi, forte com'ero del coraggio vichingo, o gaelico, conferitomi dalla fiaschetta di whiskey che tenevo in tasca.
Il reverendo sembrò lievemente sorpreso ma non arrabbiato; per me, in quel momento, non faceva alcuna differenza. «La parte che preferisco nei discorsi degli orangisti e dei ministri di fede protestante estremisti, è la denuncia dell'asse cospiratorio tra il Vaticano e il Cremlino. Le dirò di più,» continuai. «Se le capitasse di visitare il mondo, perché esiste un mondo al di fuori dell'Irlanda del Nord e del Sud, e stesse su un palco a tenere un comizio a Parigi, Londra, Roma, New York o in qualche altra grande capitale, tutti i presenti morirebbero dal ridere. Credo che il suo sia un angolo di visuale strabiliante. Il nativo Irlandese protestante è l'unica persona sulla faccia della terra tanto perspicace da riuscire a scorgere la minaccia congiunta di Stalin e papa Pio XII.“

—  Brendan Behan drammaturgo e scrittore irlandese 1923 - 1964

Confessioni di un ribelle irlandese

David Draiman photo
Nazım Hikmet photo

„La città di Praga è incisa su una coppa di vetro | incisa con un diamante. | Risuonerebbe se la toccassi: | striata d'oro, limpida e bianca.“

—  Nazım Hikmet poeta, drammaturgo e scrittore turco 1902 - 1963

da Ore di Praga. 2 Il mattino. Praga ottimista. (1957), p. 71
Poesie

Jerome Klapka Jerome photo
Michele Valori photo
Isaak Emmanuilovič Babel photo
Valerij Abisalovič Gergiev photo
Serse Cosmi photo
Bruce Springsteen photo
Morgan Freeman photo

„Città straordinaria e magica.“

—  Morgan Freeman attore e regista statunitense 1937

Silvio Berlusconi photo

„A Praga, durante il vertice Nato andavo in giro per la città e chiedevo chi fosse il committente di tanta bellezza. Carlo V, mi veniva risposto sempre. Ho provato grande invidia per lui: certo che ha potuto fare tutte quelle cose, ha governato cinquant'anni. E dire che il nostro governo si vede attribuire colpe e disattenzioni quando siamo in sella da soli quindici mesi…“

—  Silvio Berlusconi politico e imprenditore italiano 1936

2002
Origine: Citato in Alessandra Arachi, «Invidio Carlo V, ha governato cinquant'anni» http://web.archive.org/web/20151121013621/http://archiviostorico.corriere.it/2002/novembre/28/Invidio_Carlo_governato_cinquant_anni_co_0_0211284519.shtml, Corriere della Sera, 28 novembre 2002, p. 18.

Charles Bukowski photo
Joseph Conrad photo
Michael Fallon photo

„[I russi] stanno modernizzando gli arsenali convenzionali e nucleari e provano la capacità di reazione della Nato […] sono preoccupato per molte ragioni. Per Putin, ma anche per la pressione sui Baltici.“

—  Michael Fallon politico britannico 1952

Origine: Citato in Leonardo Maisano, I timori di Londra per i Paesi Baltici http://www.ilsole24ore.com/art/mondo/2015-02-20/i-timori-londra-i-paesi-baltici-063911.shtml?uuid=AB6eUvxC, Il Sole 24 Ore.it, 20 febbraio 2015.

Ugo Foscolo photo

„Questi è Vincenzo Monti Cavaliero | Gran traduttor dei traduttor d'Omero.“

—  Ugo Foscolo poeta italiano 1778 - 1827

citato in Vincenzo Monti, lettera All'Abate Urbano Lampredi, Milano, 27 marzo 1827, in Opere inedite e rare, vol. 5, 1834

Haruki Murakami photo

„Quello che lei cercava non era il mio braccio, ma il braccio di qualcuno. Quello che cercava non era il mio calore, ma il calore di qualcuno. Mi sentivo quasi in colpa ad essere io a occupare quel posto.“

—  Haruki Murakami, libro Norwegian Wood

Norwegian Wood
Norwegian Wood
Variante: Quello che lei cercava non era il mio braccio, ma il braccio di qualcuno. Quello che cercava non era il mio calore, ma il calore di qualcuno. Mi sentivo quasi in colpa ad essere io a occupare quel posto…

Lev Nikolajevič Tolstoj photo

Argomenti correlati