Frasi da libro
Il secondo sesso

Il secondo sesso
Simone de BeauvoirTitolo originale Le Deuxième Sexe (Francese, 1949)

Il secondo sesso è un saggio della scrittrice e filosofa francese Simone de Beauvoir pubblicato a Parigi nel 1949 e in Italia, dalla casa editrice il Saggiatore, nel 1961. È una delle opere più celebri e più importanti per il movimento femminista e, ai giorni nostri, è spesso citata come riferimento nei discorsi femministi.


Simone de Beauvoir photo
Simone de Beauvoir photo
Simone de Beauvoir photo
Simone de Beauvoir photo
Simone de Beauvoir photo
Simone de Beauvoir photo
Simone de Beauvoir photo
Simone de Beauvoir photo
Simone de Beauvoir photo
Simone de Beauvoir photo

Help us translate English quotes

Discover interesting quotes and translate them.

Start translating
Simone de Beauvoir photo
Simone de Beauvoir photo

„[…] si può dire ancora che vi siano delle 'donne'? Certo la teoria dell'eterno femminino conta numerosi adepti […]; altri sospirano: 'La donna si perde, la donna è perduta.'. Non è più chiaro se vi siano ancora donne, se ve ne saranno sempre, se bisogna augurarselo o no, che posto occupano nel mondo, che posto dovrebbero occuparvi. 'Dove sono le donne?' […]. Ma innanzi tutto: cos'è una donna? 'Tota mulier in utero: è una matrice', dice qualcuno. Tuttavia parlando di certe donne, gli esperti decretano 'non sono donne', benché abbiano un utero come le altre. Tutti sono d'accordo nel riconoscere che nella specie umana sono comprese le femmine, le quali costituiscono oggi come in passato circa mezza umanità del genere umano; e tuttavia ci dicono 'la femminilità è in pericolo'; ci esortano: 'siate donne, restate donne, divenite donne'. Dunque non è detto che ogni essere umano di genere femminile sia una donna; bisogna che partecipi di quell'essenza velata dal mistero e dal dubbio che è la femminilità. La femminilità è una secrezione delle ovaie o sta congelata sullo sfondo di un cielo platonico? Basta una sottana per farla scendere in terra? Benché certe donne si sforzino con zelo di incarnarla, ci fa difetto un esemplare sicuro, un marchio depositato. Perciò essa viene descritta volentieri in termini vaghi e abbaglianti, che sembrano presi in prestito dal vocabolario delle veggenti. […] le scienze biologiche e sociali non credono nell'esistenza di entità fisse e immutabili che definiscano dati caratteri, come quelli della donna, dell'Ebreo o del Negro; esse considerano il carattere una reazione secondaria a una situazione. Se oggi la femminilità è scomparsa è perché non è mai esistita. […] il fatto è che ogni essere umano concreto ha sempre la sua particolare situazione. Respingere le nozioni di eterno femminino, di anima negra, di carattere giudaico non significa negare che vi siano, oggi Ebrei, Negri e donne: questa negazione non ha per gli interessati un significato di libertà ma una fuga dall'autenticità.“

—  Simone de Beauvoir, libro Il secondo sesso

dall'introduzione; Il saggiatore, 1949, p. 13
Il secondo sesso

Simone de Beauvoir photo
Simone de Beauvoir photo
Simone de Beauvoir photo
Simone de Beauvoir photo

„Le donne non hanno un passato, una storia, una religione, non hanno come i proletari una solidarietà di lavoro e di interessi, tra loro non c'è neanche quella promiscuità nello spazio che fa dei negri d'America, degli ebrei dei ghetti, degli operai di Saint-Denis o delle officine Renault una comunità. Le donne vivono disperse in mezzo agli uomini, legate ad alcuni uomini – padre o marito – più strettamente che alle altre donne; e ciò per i vincoli creati dalla casa, dal lavoro, dagli interessi economici, dalla condizione sociale. Le borghesi sono solidali coi borghesi e non colle donne proletarie; le bianche con gli uomini bianchi e non colle donne negre. Il proletariato può prefiggersi il massacro della classe dirigente; un ebreo, un negro fanatici potrebbero sognare di trafugare il segreto della bomba atomica e di fare un'umanità tutta ebrea o tutta negra: neanche in sogno la donna può sterminare i maschi. Il legame che la unisce ai suoi oppressori non si può paragonare ad alcun altro. La divisione dei sessi è un dato biologico, non un momento della storia umana. La loro opposizione si è delineata entro un mitsein [stare insieme] originale e non è stata infranta. La coppia è un'unità fondamentale le cui metà sono connesse indissolubilmente l'una all'altra. Nessuna frattura della società in sessi è possibile. Ecco ciò che essenzialmente definisce la donna: essa è l'Altro nel seno di una totalità, i cui due termini sono indispensabili l'uno all'altro.“

—  Simone de Beauvoir, libro Il secondo sesso

Saggiatore
Il secondo sesso

Autori simili

Simone de Beauvoir photo
Simone de Beauvoir56
insegnante, scrittrice, saggista, filosofa e femminista fra… 1908 - 1986
Helen Keller photo
Helen Keller59
scrittrice, attivista e insegnante statunitense
André Breton photo
André Breton12
poeta, saggista e critico d'arte francese
José Ortega Y Gasset photo
José Ortega Y Gasset37
filosofo e saggista spagnolo
Michel Foucault photo
Michel Foucault24
sociologo, filosofo e psicologo francese
Albert Camus photo
Albert Camus157
filosofo, saggista e scrittore francese
Simone Weil photo
Simone Weil203
scrittore, filosofo
Henri Bergson photo
Henri Bergson16
filosofo francese
Emil Cioran photo
Emil Cioran540
filosofo, scrittore e saggista rumeno
Pierre Teilhard De Chardin photo
Pierre Teilhard De Chardin9
gesuita, filosofo e paleontologo francese
Autori simili
Simone de Beauvoir photo
Simone de Beauvoir56
insegnante, scrittrice, saggista, filosofa e femminista fra… 1908 - 1986
Helen Keller photo
Helen Keller59
scrittrice, attivista e insegnante statunitense
André Breton photo
André Breton12
poeta, saggista e critico d'arte francese
José Ortega Y Gasset photo
José Ortega Y Gasset37
filosofo e saggista spagnolo
Michel Foucault photo
Michel Foucault24
sociologo, filosofo e psicologo francese