Frasi da libro
Tempi difficili

Tempi difficili
Charles DickensTitolo originale Hard Times – For These Times (Inglese, 1854)

Tempi difficili è il decimo romanzo di Charles Dickens, pubblicato per la prima volta nel 1854. Il libro è uno dei romanzi di critica sociale pubblicati nello stesso periodo, come Nord e Sud di Elizabeth Gaskell, e gli altri scritti dallo stesso Dickens. Il romanzo è ambientato a Coketown , un'immaginaria città industriale. Il romanzo ebbe una grande eco e ricevette commenti positivi e negativi da molti critici tra cui F.R. Leavis, George Bernard Shaw, e Thomas Babington Macaulay, che sottolinearono soprattutto le posizioni di Dickens nei confronti dei sindacati e il pessimismo della sua analisi sociale.


Charles Dickens photo
Charles Dickens photo
Pubblicità
Charles Dickens photo
Charles Dickens photo
Charles Dickens photo
Charles Dickens photo
Charles Dickens photo
Charles Dickens photo

„Neppure in quel momento, mentre si avvicinava alla sua vecchia casa, [Louisa Bounderby] avvertí su di sé alcun benefico influsso. Che cosa aveva piú da spartire ormai con i sogni dell'infanzia, con le sue fiabe leggiadre, con la grazia, la bellezza, l'umanità, le illusioni di cui si adorna il futuro? Tutte cose tanto belle in cui credere da piccoli, da ricordare con tenerezza una volta adulti perché, allora, anche la piú insignificante di esse si eleva alla dignità di una grande e benevola disposizione del cuore che consente ai piccini che soffrono di avventurarsi per le vie irte di sassi di questo mondo, conservando quel piccolo angolo fiorito con le loro mani pure. Un giardino nel quale i figli di Adamo farebbero meglio a entrare piú spesso per scaldarsi al sole con fiducia e semplicità, liberi da vanità mondane.
Già, cos'aveva ormai da spartire con i ricordi dell'infanzia? Il ricordo di come, al primo incontro, attraverso la luce delicata dell'immaginazione, la Ragione, le fosse apparsa come una divinità benefica che additava a divinità altrettanto magnanime e non già come un idolo arcigno, gelido e crudele, con vittime legate mani e piedi; grossa figura ottusa dallo sguardo fisso che solo un sistema di leve, azionato da un preciso numero di tonnellate, sarebbe stato in grado di smuovere. La casa paterna e la fanciullezza le rimandavano immagini di fonti e sorgenti inaridite nell'istante stesso in cui sgorgavano dal suo giovane cuore. Niente acque dorate per lei: esse fluivano invece a fecondare la terra in cui si coglie l'uva dai rovi e il fico dal pruno.“

—  Charles Dickens, libro Tempi difficili
Tempi difficili, Libro secondo, IX; 1999, p. 236

Charles Dickens photo
Charles Dickens photo

Help us translate English quotes

Discover interesting quotes and translate them.

Start translating
Charles Dickens photo
Charles Dickens photo
Charles Dickens photo
Charles Dickens photo

Autori simili

Charles Dickens photo
Charles Dickens103
scrittore, giornalista e reporter di viaggio britannico 1812 - 1870
Guy de Maupassant photo
Guy de Maupassant40
scrittore e drammaturgo francese
Charles Caleb Colton photo
Charles Caleb Colton6
religioso, scrittore
Thomas Hardy photo
Thomas Hardy39
poeta e scrittore britannico
Samuel Smiles photo
Samuel Smiles9
scrittore, giornalista e politico scozzese
Walter Scott photo
Walter Scott11
scrittore e poeta britannico
Léon Bloy photo
Léon Bloy27
scrittore, saggista e poeta francese
Charles Darwin photo
Charles Darwin50
naturalista britannico che formulò la teoria dell'evoluzione
Emile Zola photo
Emile Zola29
giornalista e scrittore francese
Alphonse Karr photo
Alphonse Karr72
giornalista e scrittore francese
Autori simili
Charles Dickens photo
Charles Dickens103
scrittore, giornalista e reporter di viaggio britannico 1812 - 1870
Guy de Maupassant photo
Guy de Maupassant40
scrittore e drammaturgo francese
Charles Caleb Colton photo
Charles Caleb Colton6
religioso, scrittore
Thomas Hardy photo
Thomas Hardy39
poeta e scrittore britannico
Samuel Smiles photo
Samuel Smiles9
scrittore, giornalista e politico scozzese