Frasi di Carlo Castellaneta

5   1

Carlo Castellaneta

Data di nascita: 8. Febbraio 1930
Data di morte: 28. Settembre 2013

Pubblicità

Carlo Castellaneta è stato uno scrittore e giornalista italiano.

Autori simili

Antonio Pennacchi photo
Antonio Pennacchi34
scrittore italiano
Matteo Bortolotti photo
Matteo Bortolotti9
scrittore italiano
Marco Missiroli photo
Marco Missiroli1
scrittore italiano
Antonio Scurati photo
Antonio Scurati17
scrittore italiano
Guido del Giudice photo
Guido del Giudice1
scrittore italiano
Giorgio Falco photo
Giorgio Falco14
scrittore italiano
Pino Roveredo photo
Pino Roveredo3
scrittore italiano
Tullio Avoledo photo
Tullio Avoledo22
scrittore italiano

Frasi Carlo Castellaneta

„Eravamo finiti sul tappeto ai piedi del divano, e ancora resisteva, per un attimo ho avuto la sensazione d'essere vicino a una rivelazione, ma il suo volto era così acceso e straordinario, la sua bocca dischiusa nello sforzo di prender fiato, il corpo invitante di una sconosciuta posseduto con gli occhi all'alba, in quell'appartamentino popolare mentre il Fugazza saltava dai tetti, da non potermi chiedere grazia, anzi mi aiuta lei stessa a superare l'ultimo ostacolo, supina sul tappeto, ormai abbandonata, rassegnata a godere, felice di offrirsi come non s'è mai offerta, ti ha mai preso un uomo così? no, dice, nessuno; le braccia che di colpo mi rivendicano contro di sé; devi imparare ad obbedirgli quando ti cerca; sì, dice, imparerò; vergognosa di mostrarsi insanguinata alla luce del giorno, tutto il suo gran corpo sconfitto sotto di me, ormai sempre più partecipe, il campanello alla porta deve aver suonato, solo adesso lo sentiamo squillare di nuovo, limpidamente, mentre ci guardiamo sgomenti.
«Cosa fai, non apri?»
Un dito alle labbra mi fa segno di tacere, impudica scomposta incurante di come si mostra dopo avermi tanto resistito, una figura provocante che non avrei dimenticato, lo sguardo fisso all'anticamera nel timore di una chiave che sta girando nella serratura, strano che Pat non abbaiasse, deve averla lasciata in portineria prima di salire, un ultimo trillo del campanello le fa appena sbattere le ciglia, stringe con più forza la mano che era nella mia, finché un passo si allontana sul pianerottolo, rassegnato discende la scala.“

—  Carlo Castellaneta, libro Notti e nebbie
Notti e nebbie, p. 70-71

Pubblicità
Anniversari di oggi
Daniele Luttazzi photo
Daniele Luttazzi124
attore, comico e scrittore italiano 1961
Jörg Haider photo
Jörg Haider18
politico austriaco 1950 - 2008
Jean-Claude Izzo photo
Jean-Claude Izzo83
scrittore, giornalista e poeta francese 1945 - 2000
Domenico Rea photo
Domenico Rea11
scrittore e giornalista italiano 1921 - 1994
Altri 72 anniversari oggi
Autori simili
Antonio Pennacchi photo
Antonio Pennacchi34
scrittore italiano
Matteo Bortolotti photo
Matteo Bortolotti9
scrittore italiano
Tom Antongini photo
Tom Antongini4
scrittore
Marco Missiroli photo
Marco Missiroli1
scrittore italiano