Frasi di Giambattista Basile

Giambattista Basile foto

5   1

Giambattista Basile

Data di nascita: 1566
Data di morte: 23. Febbraio 1632
Altri nomi: Giovanni Battista Basile

Giambattista Basile fu un letterato e scrittore italiano di epoca barocca, primo a utilizzare la fiaba come forma di espressione popolare.


„Chi cerca chello che non deve, trova chello che non vole.“ Introduzione, p. 13

„Dall'aseno chiù grosso mpara de mangiare la paglia lo picciolo.“


„Quanno lu malanno vò venire trase pure p' 'e ssenghe de la porta.“

„Chi 'ntroppeca e nun cade, avanza de cammino.“

„No patre mo se vede
Nascere no Nennillo,
O che gusto, o che spasso,
Subeto lo fa stregnere
Co ccotriello de seta, e de vammace
Comm' a no Pisaturo,
Lo ncericcia, e l'appenne
Tante cose a le spalle,
Diente de lupo, fico, e mmeze lune,
E ccoralle, e mmologne, e pporcelluzze,
Che pare spiccecato
Chi accatta Zaffarana:
Le trova la notriccia,
Non vede ped'autr'uocchie;
Le parla cianciosiello,
Comme zaje bello Ninno?
Te vollo tanto bene;
Tu zi cole de tata,
Zaporiello de mamma:
E mmentre stace attoneto
Co no parmo de canna,
Sentenno cacca, e ppappa,
Raccoglie nzino quanto a cchillo scappa.“
Giallaise: pp. 365-366

Autori simili