„Ma noi che viviamo in prigione, e nelle cui vite non c'è altro evento che il dolore, dobbiamo misurare il tempo con i sussulti del dolore ed il ricordo dei momenti amari. Non abbiamo niente altro a cui pensare. La sofferenza […] è il mezzo tramite cui esistiamo, in quanto è l'unico che ci rende consapevoli d'esistere; ed il ricordo della sofferenza nel passato c'è necessario come garanzia, come prova, che la nostra identità continua. Tra me ed il ricordo della gioia c'è un abisso non meno profondo di quello che c'è tra me e la gioia stessa.“

in Tutte le opere, pp. 869-870
De profundis

Estratto da Wikiquote. Ultimo aggiornamento 18 Marzo 2022. Storia

Citazioni simili

Oscar Wilde photo
Ally Condie photo
Rayden photo
Khalil Gibran photo

„Ciò che è più amaro, nel dolore di oggi, è il ricordo della gioia di ieri.“

—  Khalil Gibran poeta, pittore e filosofo libanese 1883 - 1931

Sabbia e spuma

Gianni Bugno photo

„Non ho bellissimi ricordi delle salite, che per me significavano sofferenza.“

—  Gianni Bugno ciclista su strada e dirigente sportivo italiano 1964

da Sport Week, 12 maggio 2007

Sara Gama photo
Virginia Woolf photo

„Sembrava più il ricordo del dolore che non il dolore stesso.“

—  Virginia Woolf, libro Una stanza tutta per sé

A Room of One's Own
Una stanza tutta per sé
Variante: Pareva più il ricordo del dolore che il dolore stesso.

Attila József photo

„Da centomila anni sto guardando | quello che ora soltanto vedo. | Dunque è un attimo tutto il tempo | che centomila avi in me stanno guardando. || Quello che non videro, intenti a zappare, | a ubbidire, uccidere, ad amare, | e quello che vedono, giù nella materia, | più a fondo di me – bisogna confessarlo. || Ci conosciamo, noi, come la gioia il dolore. | Io possiedo il passato, essi il presente. | Scriviamo versi – mi guidano la penna. | Ricordo, e in me li sento.“

—  Attila József poeta ungherese 1905 - 1937

da Presso il Danubio
Origine: In I. Mészáros, A. J. e l'arte moderna, Lerici 1964, citato in Lunario dei giorni di quiete. 365 giorni di letture esemplari, a cura di Guido Davico Bonino, prefazione di Claudio Magris, Einaudi, Torino, 1997, p. 167, traduzione di Guido Davico Bonino. ISBN 8806147234

George Gordon Byron photo

„Il ricordo del piacere non è più piacere. Il ricordo del dolore è ancora dolore.“

—  George Gordon Byron poeta e politico inglese 1788 - 1824

Origine: Da Marin Faliero doge di Venezia

Henry Miller photo
Heinrich Heine photo
Mark Twain photo
Sri Jawaharlal Nehru photo
Patrick Modiano photo
Khalil Gibran photo
Marcel Proust photo

Argomenti correlati