„[…] come, o Ferrara, bello ne la splendida ora d'Aprile | ama il memore sole la tua pace!“

Alla città di Ferrara, vv. 5-6
Rime e ritmi

Ultimo aggiornamento 21 Maggio 2020. Storia
Giosue Carducci photo
Giosue Carducci88
poeta e scrittore italiano 1835 - 1907

Citazioni simili

Pierangelo Bertoli photo

„Io canterò come un sole improvviso in giorno d'aprile.“

—  Pierangelo Bertoli cantautore italiano 1942 - 2002

da Adesso, disco 1, n. 1
Parole di rabbia, pensieri d'amore

Sergej Aleksandrovič Esenin photo
Hillel photo

„Sii uno che ama la pace, che opera la pace, che ama l'uomo e lo fa accostare alla legge di Dio.“

—  Hillel rabbino -112 - 9 a.C.

Origine: Citato in Gianfranco Ravasi, Le beatitudini: il più grande discorso all'umanità di ogni tempo, Mondadori, Milano, 2016, p. 173 https://books.google.it/books?id=GCceDAAAQBAJ&pg=PT173.

Georges Clemenceau photo

„Tutto è assurdo e splendido simultaneamente. Delle lacrime in un sorriso: è l'aspetto più bello dell'umanità.“

—  Georges Clemenceau politico francese 1841 - 1929

Origine: Citato in Enzo Biagi, Mille camere, Mondadori, Milano, 1984, p. 25.

Jane Roberts photo

„Una generazione che odia la guerra non può attuare la pace. Lo potrà una generazione che ama la pace.“

—  Jane Roberts scrittrice e poetessa statunitense 1929 - 1984

Origine: Le comunicazioni di Seth, p. 166

Sandro Ciotti photo

„A Napoli la giornata è splendida, manca solo Caruso che canti O' sole mio.“

—  Sandro Ciotti giornalista italiano 1928 - 2003

Origine: Dalla radiocronaca di Napoli – Verona, 20 ottobre 1985. Video https://www.youtube.com/watch?v=xPMCR7ZPPNc disponibile su Youtube.com.

Honoré De Balzac photo
Thomas Stearns Eliot photo

„Aprile è il mese più crudele, genera
Lillà da terra morta, confondendo
Memoria e desiderio, risvegliando
Le radici sopite con la pioggia di primavera.“

—  Thomas Stearns Eliot poeta, saggista e critico letterario statunitense 1888 - 1965

Incipit di alcune opere, La Terra Desolata, Roberto Sanesi

Gabriele d'Annunzio photo
Publilio Siro photo

„Far pace dopo un grande lite è più bello.“

—  Publilio Siro scrittore e drammaturgo romano

Se segue ad una lunga contesa, la riconciliazione è più bella.
Sententiae
Originale: (la) Ex lite multa gratia fit formosior.

Gilbert Keith Chesterton photo
Fausto Maria Martini photo
Pietro Metastasio photo
Augusto Conti photo
Giami photo

„Raggio irradiante d'idolo d'amore | è bellezza di cuore. | Ama bellezza sol chi è bello in cuore, | ama il simile suo chi sa d'amore.“

—  Giami poeta persiano 1414 - 1492

Origine: Da Baharestan, (Il Giardino primaverile), quinta sezione; in Poesia d'amore turca e persiana, scelta e traduzione di Angelo Michele Piemontese e Gianroberto Scarcia; ([G. Scarcia ha curato – oltre ai primi due paragrafi della «Guida alla lettura» – le versioni poetiche contenute nell'antologia e le prosastiche dal turco; tutto il resto è stato curato da A. M. Piemontese. Poesia d'amore turca e persiana, p. 9.]), EDIPEM, Novara, 1973, p. 199.

Stephen King photo

„Nel Paese della Memoria il tempo è sempre Ora.“

—  Stephen King scrittore e sceneggiatore statunitense 1947

Arrigo Boito photo

„Ora e per sempre addio, sante memorie!“

—  Arrigo Boito librettista italiano 1842 - 1918

Origine: Da Otello, II, 5

Giacomo Gaglione photo

„Il sole che porto nel cuore è più bello di quello che splende nel cielo.“

—  Giacomo Gaglione religioso italiano 1896 - 1962

Origine: La sofferenza vinta dall'amore, p. 78

Pompeo Gherardo Molmenti photo

„Non al vivido sole, ma alle più cupe fantasie e alle più strane visioni, sembra invece ispirarsi quell'originalissimo ingegno di Mario de Maria, meglio conosciuto sotto il nome di Marius Pictor. È nato a Bologna nel 1853, ma vive ora a Venezia, che nella sua solitudine piena di visioni, nella sua pace piena di memorie, può considerarsi la patria ideale del bizzarro pittore. Il quale ama le solitudini strane, i gagliardi contrasti della luce e dell'ombra, gli oscuri contorni delle case, che staccano sul grigio dei cieli d'autunno, e le notti tragiche, funeree, illuminate dalla luna fuggente dietro le nuvole. Certi suoi quadri fanno pensare ai racconti di.“

—  Pompeo Gherardo Molmenti scrittore, storico e politico italiano 1852 - 1928

cap. 7, pp. 165-167
Variante: Non al vivido sole, ma alle più cupe fantasie e alle più strane visioni, sembra invece ispirarsi quell'originalissimo ingegno di Mario de Maria, meglio conosciuto sotto il nome di Marius Pictor. È nato a Bologna nel 1853, ma vive ora a Venezia, che nella sua solitudine piena di visioni, nella sua pace piena di memorie, può considerarsi la patria ideale del bizzarro pittore. Il quale ama le solitudini strane, i gagliardi contrasti della luce e dell'ombra, gli oscuri contorni delle case, che staccano sul grigio dei cieli d'autunno, e le notti tragiche, funeree, illuminate dalla luna fuggente dietro le nuvole. Certi suoi quadri fanno pensare ai racconti di. (cap. 7, pp. 165-167)

Argomenti correlati