„Talete: La natura ed il suo vivente fluire non furono mai chiusi entro giorni, notti ed ore. Essa forma ogni figura secondo leggi, e nemmeno nelle cose grandi, è violenta.“

Johann Wolfgang von Goethe photo
Johann Wolfgang von Goethe261
drammaturgo, poeta, saggista, scrittore, pittore, teolog... 1749 - 1832
Pubblicità

Citazioni simili

Johann Wolfgang von Goethe photo
Hugo Von Hofmannsthal photo
Pubblicità
Giordano Bruno photo
Carl Friedrich Gauss photo
Boris Becker photo
Antonino Anile photo
John Constable photo
John Stuart Mill photo
Pubblicità
 Talete photo

„Piccola tomba ma di gloria grande come il cielo
questa di Talete il sapientissimo“

—  Talete filosofo greco antico -623 - -546 a.C.
riportata da Diogene Laerzio

Melissa Panarello photo
Johann Gottlieb Fichte photo
Diogene Laerzio photo
Pubblicità
Alain Daniélou photo
Georg Simmel photo
 Aristotele photo

„Dei primi filosofi, i più hanno pensato che vi siano solo principi materiali delle cose. Ciò da cui le cosa hanno il loro essere e da cui si originano e in cui corrompendosi si risolvono – poiché la sostanza permane pur mutando negli accidenti – dicono sia l'elemento primordiale e, essa sostanza, il principio delle cose; per questo pensano che niente si generi o perisca in assoluto, dato che tale sostanza permane in eterno... Ci dev'essere infatti una qualche sostanza, una o più d'una, da cui si generi il resto pur restando essa immutata. Quanto poi al numero e alla forma di tale principio non hanno tutti la stessa opinione: Talete, l'iniziatore di questa filosofia, dice per parte sua che esso è l'acqua (e per questo sostiene che la terra poggia sull'acqua) e tale opinione gli viene forse dall'aver osservato che il nutrimento di tutte le cose è umido e che perfino il caldo si genera dall'acqua e vive di essa (ma ciò onde tutte le cose si originano è il loro principio); da questo era stato indotto a tale opinione e anche dal fatto che ogni germe ha una natura umida; e anche l'acqua è il principio della natura di ciò che è umido. Vi sono poi alcuni che credono che i primi antichissimi teologi, vissuti molto prima del nostro tempo, abbiano avuto la stessa opinione sulla sostanza primordiale perché chiamavano Oceano e Teti i padri della generazione e perché dicevano che gli dei giurano per l'acqua, che quei poeti chiamavano Stige. Si onora sempre ciò che è più antico e niente è più onorato del giuramento. Non è poi sicuro che quest'opinione sulla sostanza primordiale delle cose sia talmente antica, ma si dice tuttavia, che questo fosse il pensiero di Talete sulla causa prima.“

—  Aristotele filosofo e scienziato greco antico -384 - -322 a.C.

Avanti