„Ci fu un tempo in cui il Sole era considerato un Dio, ora è solo una stella e anche di seconda categoria.“

Modificato da Giuseppe Tobia. Ultimo aggiornamento 15 Luglio 2021. Storia

Citazioni simili

Achille Campanile photo
Samuel Goldwyn photo
Nazım Hikmet photo
Paramahansa Yogananda photo
Dante Gabriel Rossetti photo
Elizabeth Gilbert photo
Cassandra Clare photo

„L'amor che move il sole e l'altre stelle“

—  Cassandra Clare, libro Shadowhunters - Città degli angeli caduti

City of Fallen Angels
Variante: L'maor che move il sole e l'altre stelle

Josefa Idem photo

„Fino a poco tempo fa il femminicidio non era considerato un problema, ora ho proposto una task force per studiarlo, perché prima del merito viene il metodo.“

—  Josefa Idem politica e ex canoista tedesca naturalizzata italiana 1964

Origine: Citata in Idem: «Presto ddl sui matrimoni gay, anche Berlusconi è favorevole» http://www.ilmessaggero.it/primopiano/politica/idem_legge_matrimoni_gay_berlusconi_favorevole/notizie/278333.shtml, Il Messagero, 10 maggio 2013.

Mario Adorf photo
Citát „Alice: per quanto tempo è per sempre?
Bianconiglio: a volte, solo un secondo.“
Lewis Carroll photo
Milan Kundera photo

„Tutti abbiamo bisogno di qualcuno che ci guardi. A seconda del tipo di sguardo sotto il quale vogliamo vivere, potremmo essere suddivisi in quattro categorie. La prima categoria desidera lo sguardo di un numero infinito di occhi anonimi: in altri termini, desidera lo sguardo di un pubblico. […] La seconda categoria è composta da quelli che per vivere hanno bisogno dello sguardo di molti occhi a loro conosciuti […] C'è poi la terza categoria, la categoria di quelli che hanno bisogno di essere davanti agli occhi della persona amata […] E c'è infine una quarta categoria, la più rara, quella di coloro che vivono sotto lo sguardo immaginario di persone assenti. Sono i sognatori. Ad esempio Franz.“

—  Milan Kundera, libro L'insostenibile leggerezza dell'essere

L'insostenibile leggerezza dell'essere
Variante: Tutti abbiamo bisogno di qualcuno che ci guardi. A seconda del tipo di sguardo sotto il quale vogliamo vivere, potremmo essere suddivisi in quattro categorie. La prima categoria desidera lo sguardo di un numero infinito di occhi anonimi: in altri termini, desidera lo sguardo di un publico. La seconda categoria è composta da quelli che per vivere hanno bisogno dello sguardo di molti occhi a loro conosciuti. C'è poi la terza categoria, la categoria di quelli che hanno bisogno di essere davanti agli occhi della persona amata. E c'è infine una quarta categoria, la più rara, quella di coloro che vivono sotto lo sguardo immaginario di persone assenti. Sono i sognatori.

Arthur Schopenhauer photo
Anthony de Mello photo
Mark Twain photo
Antonio Infantino photo
Guido Gozzano photo
Haile Selassie photo

Argomenti correlati