„Dai libri che leggi, posso giudicare della tua professione, cultura, curiosità, libertà. Dai libri che rileggi, conosco la tua età, la tua indole, quello che hai sofferto, quello che speri.“

—  Ugo Ojetti

Origine: Sessanta, CXIX

Estratto da Wikiquote. Ultimo aggiornamento 23 Giugno 2020. Storia
Ugo Ojetti photo
Ugo Ojetti52
scrittore, critico d'arte e giornalista italiano 1871 - 1946

Citazioni simili

Cesare Pavese photo
Thomas Jefferson photo

„Non posso vivere senza libri.“

—  Thomas Jefferson 3º presidente degli Stati Uniti d'America 1743 - 1826

citato in Michael Gelb, Il Genio che c'è in te

„Rileggo ogni anno Cuore e Pinocchio; e più invecchio, più ho qualche cosa da imparare da questi due libri.“

—  Libero Bovio poeta, scrittore e drammaturgo italiano 1883 - 1942

Origine: Don Liberato si spassa, p. 10

„Un lettore di professione è in primo luogo chi sa quali libri non leggere.“

—  Giorgio Manganelli scrittore, traduttore e giornalista italiano 1922 - 1990

Il Padrino

John Steinbeck photo
Thomas Fuller photo
Thomas Fuller photo

„La cultura si è avvantaggiata soprattutto dei libri sui quali gli editori hanno perso.“

—  Thomas Fuller storico britannico 1608 - 1661

da The Holy State and the Profane State, III, 18; citato in Dizionario delle citazioni, a cura di Ettore Barelli e Sergio Pennacchietti, BUR, 2013

Questa traduzione è in attesa di revisione. È corretto?
Oscar Wilde photo
Henry David Thoreau photo
Oliviero Toscani photo

„I libri servono per sedercisi sopra. Saranno venti anni che non ne leggo uno… La mia ignoranza è la mia cultura.“

—  Oliviero Toscani pubblicitario, fotografo 1942

Origine: Citato in Beniamino Placido, Il vangelo secondo Toscani, la Repubblica, 23 gennaio 1994, p. 31.

José Carlos Somoza photo
Questa traduzione è in attesa di revisione. È corretto?
Oscar Wilde photo
François Mauriac photo
Richard de Bury photo
John Ruskin photo
Oscar Wilde photo

„Non vi sono libri morali o libri immorali. Vi sono libri scritti bene e libri scritti male, e nient'altro.“

—  Oscar Wilde poeta, aforista e scrittore irlandese 1854 - 1900

Aforismi
Variante: Non esistono libri morali o immorali. I libri sono scritti bene o scritti male. Questo è tutto.

Gherardo Colombo photo

„In Italia quella tra cittadino e legalità è una relazione sofferta, la cultura di questo Paese di corporazioni è basata soprattutto su furbizia e privilegio. Tra prescrizioni, leggi modificate o abrogate, si è arrivati a una riabilitazione complessiva dei corrotti.“

—  Gherardo Colombo magistrato italiano 1946

dall'intervista di Luigi Ferrarella, Colombo lascia: vedo riabilitati i corrotti http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2007/03_Marzo/17/gherardo_colombo_lascia_toga.shtml, Corriere della sera, 17 marzo 2007

Sergio Quinzio photo
Italo Calvino photo

Argomenti correlati