Frasi di Benjamin Netanyahu

Benjamin Netanyahu foto
11  0

Benjamin Netanyahu

Data di nascita: 21. Ottobre 1949
Altri nomi:Bibi Netanyahu

Pubblicità

Benjamin Netanyahu, spesso soprannominato Bibi , è un politico israeliano, primo ministro di Israele dal 18 giugno 1996 al 17 maggio 1999 e dal 31 marzo 2009 ad oggi, in seguito alle elezioni parlamentari anticipate del febbraio 2009 e alla riconferma ottenuta nelle elezioni del gennaio 2013.

Come soldato professionista, dal 1967 al 1972, Netanyahu si è specializzato in antiterrorismo. Ha studiato negli Stati Uniti, dove ha frequentato il Massachusetts Institute of Technology e l'Università di Harvard, lavorando in seguito presso l'ambasciata israeliana di Washington.

È divenuto in seguito leader del partito conservatore Likud e principale esponente dell'ala nazionalista. È stato Ministro delle Finanze fino al 9 aprile 2005, quando rassegnò le dimissioni in segno di protesta contro il piano di ritiro da Gaza messo in atto dal Primo Ministro Ariel Sharon. Netanyahu riottenne la guida del Likud il 20 dicembre 2005. Dal 4 maggio 2006 è il portavoce ufficiale dell'opposizione nella Knesset. Il 31 marzo 2009 torna in carica, nonostante non abbia vinto le elezioni, per l'accordo concluso con il capo dell'estrema destra Avigdor Lieberman.

Suo fratello Yoni morì nel 1976 durante l'Operazione Entebbe.

Frasi Benjamin Netanyahu

Pubblicità

„Oggi è il giorno del Gay Pride di Gerusalemme. C’è stata qualche polemica su questa sfilata, quindi voglio condividere con voi la mia prospettiva. Amare qualcuno non dovrebbe mai significare vivere nella paure e nel terrore. Per troppo tempo, la comunità LGBT in tutto il mondo ha affrontato la violenza e l’intimidazione. Settimane fa, decine di membri della comunità LGBT sono stati freddati a Orlando da un terrorista con un’ideologia fanatica. Abbiamo visto tutti le immagini orribili dell'ISIS che uccide le persone omosessuali gettandole dai tetti. E il regime iraniano li appende alle gru nelle piazze. Questo è a dir poco follia. Siamo attorniati da regimi che uccidono qualcuno solo per essere gay. In Israele, la comunità LGBT marcia con orgoglio. La mia convinzione incrollabile è che tutte le persone sono state create uguali. Questo principio di uguaglianza è il motivo per cui a 16 anni Shira Banki ha marciato alla parata lo scorso anno ed è per questo migliaia di voi sono in marcia oggi. Shira è stata assassinata da un estremista pieno di odio. E questo odio non ha posto nella società israeliana. Lotteremo contro di essa. Purtroppo, alcuni elementi della nostra società non sono ancora pronti ad accettare la comunità LGBT. La mia solenne promessa a voi oggi è quello di continuare a promuovere il rispetto per tutti i cittadini di Israele, senza eccezione. Sia che stiate marciando oggi o no, vi chiedo di essere solidali con i nostri fratelli e sorelle nella comunità LGBT. Non lasceremo che l’odio uccida l’accoglienza. Dignità, rispetto, accettazione. Questi sono i valori che trionferanno.“

— Benjamin Netanyahu

Pubblicità

„The truth is that if Israel were to put down its arms there would be no more Israel. If the Arabs were to put down their arms there would be no more war.“

— Benjamín Netanyahu
Speech at the Knesset at the end of the 2006 Israel-Lebanon conflict, as quoted in [http://www.globes.co.il/serveen/globes/docview.asp?did=1000122795&fid=942 "Olmert: We will continue to pursue Hizbullah leaders" in The Globes (14 August 2006)]

Pubblicità

„I can guarantee you this, the days when the Jewish people remained passive in the face of genocidal enemies, those days are over!“

— Benjamín Netanyahu
Context: I wish I could promise you, Elie, that the lessons of history have been learned. I can only urge the leaders of the world not to repeat the mistakes of the past. Not to sacrifice the future for the present; not to ignore aggression in the hopes of gaining an illusory peace. But I can guarantee you this, the days when the Jewish people remained passive in the face of genocidal enemies, those days are over! We are no longer scattered among the nations, powerless to defend ourselves. We restored our sovereignty in our ancient home. And the soldiers who defend our home have boundless courage. For the first time in 100 generations, we, the Jewish people, can defend ourselves. This is why; this is why, as a prime minister of Israel, I can promise you one more thing: Even if Israel has to stand alone, Israel will stand. But I know that Israel does not stand alone. I know that America stands with Israel. know that you stand with Israel. You stand with Israel, because you know that the story of Israel is not only the story of the Jewish people but of the human spirit that refuses again and again to succumb to history's horrors. Facing me right up there in the gallery, overlooking all of us in this august chamber is the image of Moses. Moses led our people from slavery to the gates of the Promised Land. And before the people of Israel entered the land of Israel, Moses gave us a message that has steeled our resolve for thousands of years.

„Fortunately, President Obama and most world leaders understand that the idea that Iran's goal is not to develop nuclear weapons is ridiculous. Yet incredibly, some are prepared to accept an idea only slightly less preposterous: That we should accept a world in which the Ayatollahs have atomic bombs. Sure, they say, Iran is cruel, but it's not crazy. It's detestable but it's deterrable. Responsible leaders should not bet the security of their countries on the belief that the world's most dangerous regime won't use the world's most dangerous weapons. And I promise you that as Prime Minister, I will never gamble with the security of Israel. From the beginning, the Ayatollah regime has broken every international rule and flouted every norm. It has seized embassies, targeted diplomats and sent its own children through mine fields. It hangs gays and stones women. It supports Assad's brutal slaughter of the Syrian people. Iran is the world's foremost sponsor of terror. It sponsors Hezbollah in Lebanon, Hamas in Gaza and terrorists throughout the Middle East, Africa, and South America. Iran's proxies have dispatched hundreds of suicide bombers, planted thousands of roadside bombs, and fired over twenty thousand missiles at civilians. Through terror from the skies and terror on the ground, Iran is responsible for the murder of hundreds, if not thousands, of Americans. In 1983, Iran's proxy Hezbollah blew up the Marine barracks in Lebanon, killing 240 American servicemen. In the last decade, its been responsible for murdering and maiming American soldiers in Afghanistan and Iraq. Just a few months ago, it tried to assassinate the Saudi Ambassador in a restaurant just a few blocks from here. The assassins didn't care that several Senators and members of Congress would have been murdered in the process. Iran accuses the American government of orchestrating 9/11, and it denies the Holocaust. Iran brazenly calls for Israel's destruction, and they work for its destruction – each day, every day. This is how Iran behaves today, without nuclear weapons. Think of how they will behave tomorrow, with nuclear weapons. Iran will be even more reckless and far more dangerous.“

— Benjamín Netanyahu
[http://www.aipac.org/pc/videos/2012/monday-gala-plenary/prime-minister-benjamin-netanyahu Speech at the American Israel Public Affairs Committee Policy Conference] (March 2012).

Avanti
Anniversari di oggi
Vinicio Capossela foto
Vinicio Capossela45
cantautore e polistrumentista italiano 1965
Errico Malatesta foto
Errico Malatesta15
anarchico e scrittore italiano 1853 - 1932
Giovanni della Croce foto
Giovanni della Croce28
sacerdote e poeta spagnolo 1542 - 1591
Peter O'Toole foto
Peter O'Toole6
attore irlandese 1932 - 2013
Altri 69 anniversari oggi
Autori simili
Chaim Weizmann foto
Chaim Weizmann2
politico e chimico israeliano
Golda Meir foto
Golda Meir9
politica israeliana
Shimon Peres foto
Shimon Peres6
politico israeliano
David Grossman foto
David Grossman94
scrittore e saggista israeliano
Shmuel Yosef Agnon foto
Shmuel Yosef Agnon10
scrittore israeliano
Daniel Kahneman foto
Daniel Kahneman2
psicologo israeliano
Aharon Appelfeld foto
Aharon Appelfeld6
scrittore israeliano
Martin Buber foto
Martin Buber21
filosofo, teologo e pedagogista austriaco
Vittorio Arrigoni foto
Vittorio Arrigoni67
scrittore e attivista italiano
Amos Oz foto
Amos Oz21
scrittore e saggista israeliano