Frasi di James Hillman

15  13

James Hillman

Data di nascita: 12. Aprile 1926
Data di morte: 27. Ottobre 2011

Pubblicità

James Hillman è stato uno psicoanalista, saggista e filosofo statunitense.

Psicologo analista junghiano, americano di nascita ma europeo di cultura, ha partecipato alla seconda guerra mondiale nella sanità militare della US Navy e come cronista della radio militare in Germania. È stato autore di numerose opere e saggi in materia.

Autori simili

Massimo Recalcati foto
Massimo Recalcati17
psicoanalista italiano
Jacques Lacan foto
Jacques Lacan18
psichiatra e filosofo francese
Jeffrey Moussaieff Masson foto
Jeffrey Moussaieff Masson89
psicoanalista statunitense
Nassim Nicholas Taleb foto
Nassim Nicholas Taleb37
filosofo, saggista e matematico libanese
Clarissa Pinkola Estés foto
Clarissa Pinkola Estés15
scrittrice, poetessa e psicoanalista statunitense
Cvetan Todorov foto
Cvetan Todorov14
filosofo e saggista bulgaro
Peter Singer foto
Peter Singer37
filosofo australiano
Erich Fromm foto
Erich Fromm99
psicoanalista e sociologo tedesco
Donald Woods Winnicott1
pediatra e psicoanalista inglese
Will Durant foto
Will Durant3
filosofo, saggista e storico statunitense

Frasi James Hillman

Pubblicità

„Invecchiando, io rivelo il mio carattere, non la mia morte. [... ] Per il bene dell'umanità, bisognerebbe proibire la chirurgia cosmetica e considerare il lifting un crimine contro l'umanità.“

— James Hillman
da La forza del carattere; citato in Umberto Galimberti, Facciamo un lifting alle nostre idee, in L'espresso n. 20 anno LIII, 24 maggio 2007, p. 199

„Un uomo è convinto di essere morto. Dice ai familiari: "Sono morto" e i familiari lo mandano da uno specialista. Subito tra medico e paziente incomincia un'accanita discussione. Il medico fa appello ai sentimenti dell'uomo verso la vita, verso la famiglia. Poi prova a farlo ragionare, dimostrandogli l'intrinseca contraddizione di una frase come "Sono morto": i morti non sono in grado di dire che sono morti, perché è appunto in questo che consiste l'essere morti. Alla fine il medico ricorre all'evidenza dei sensi. Domanda all'uomo: "I morti sanguinano?". "Certo che no" risponde l'uomo, spazientito dall'ottusa dabbenaggine della mente dei medici. "Lo sanno tutti che i morti non sanguinano". Al che il medico gli punge un dito. Ne esce una goccia di sangue. "Ma guarda un po', chi l'avrebbe mai detto" esclama l'uomo. "I morti sanguinano, eccome". Incorreggibile. Le percezioni e i ragionamenti confermano anziché contraddirla, l'idea di essere morto. Il sentimento, la ragione e i dati di fatto collaborano alla costruzione di un sistema di difese volte a spiegare l'esperienza primaria, un'esperienza primaria che è uno stato di conoscenza, una realtà noetica dentro la quale il paziente è fissato e che conferisce significato a tutti gli altri eventi. "L'ambiente offre un mondo di nuovi significati. Tutta l'attività di pensiero è pensiero intorno ai significati... Si ha una conoscenza diretta e intrusiva del significato e questa appunto, in se stessa, è l'esperienza del delirante". La paranoia è un disturbo del significato.“

— James Hillman
da La vana fuga dagli dei

Pubblicità
Pubblicità
Avanti
Anniversari di oggi
Federico Fellini foto
Federico Fellini41
regista e sceneggiatore italiano 1920 - 1993
Marco Simoncelli foto
Marco Simoncelli11
pilota motociclistico italiano 1986 - 2011
John Ruskin foto
John Ruskin13
scrittore, pittore e poeta britannico 1819 - 1900
Audrey Hepburn foto
Audrey Hepburn4
attrice britannica 1929 - 1993
Altri 75 anniversari oggi
Autori simili
Massimo Recalcati foto
Massimo Recalcati17
psicoanalista italiano
Jacques Lacan foto
Jacques Lacan18
psichiatra e filosofo francese
Jeffrey Moussaieff Masson foto
Jeffrey Moussaieff Masson89
psicoanalista statunitense
Nassim Nicholas Taleb foto
Nassim Nicholas Taleb37
filosofo, saggista e matematico libanese
Clarissa Pinkola Estés foto
Clarissa Pinkola Estés15
scrittrice, poetessa e psicoanalista statunitense