Frasi di Publilio Siro

Publilio Siro photo
661   108

Publilio Siro

Altri nomi: Pubilius Syrus

Publilio Siro è stato uno scrittore e drammaturgo romano.

Insieme a Decimo Laberio fu il più noto autore di mimi della Letteratura latina. Quanto alla vita, ci sono state tramandate, come del resto in altri casi, poche informazioni: probabilmente originario di Antiochia, fu prima schiavo poi liberto; visse nel I secolo a.C. a Roma, negli anni che videro la Repubblica diventare un principato, fu contemporaneo di Cesare, Ottaviano, Marco Antonio, Cicerone e ancora di Virgilio e Orazio; fu quello uno dei periodi più fiorenti della Letteratura latina. Della sua produzione rimangono una raccolta di aforismi e citazioni, le Sententiae, e i titoli di due opere: Murmurco e Putatores .

„Soffre l'esilio chi rifiuta il proprio aiuto alla patria.“

—  Publilio Siro

Negarsi alla patria è esiliarsi.
Sententiae
Originale: (la) Exilium patitur, patriae qui se denegat.

„Solamente quando la donna manifesta la propria malvagità, diventa buona!“

—  Publilio Siro

Sententiae
Originale: (la) Aperte mala cum est mulier, tum demum est bona.

„Chi desidera la morte lascia dei sospetti sulla propria vita!“

—  Publilio Siro

Sententiae
Originale: (la) Crimen relinquit vitae, qui mortem appetit.

„L'innocenza è sempre seguita dalla propria luce!“

—  Publilio Siro

L'innocenza è sempre preceduta dal suo splendore.
Sententiae
Originale: (la) Suum sequitur lumen semper innocentia.

„Chi teme il proprio amico, insegna all’amico a temerlo.“

—  Publilio Siro

Variante: Chi teme il proprio amico non sa che cosa sia l’amicizia.

„Nasconde la propria inclinazione il disonesto quando si comporta onestamente!“

—  Publilio Siro

Il malvagio che fa del bene sta nascondendo la sua vera natura.
Sententiae
Originale: (la) Naturam abscondit, cum improbus recte facit.

„È come depositare un tesoro in una tomba nominare un vecchio proprio erede!“

—  Publilio Siro

Chi nomina suo erede un vecchio mette i propri beni in una tomba.
Sententiae
Originale: (la) Thesaurum in sepulcro ponit, qui senem heredem facit.

„Occorre definire cattivo chi si comporta da buono per proprio tornaconto!“

—  Publilio Siro

Chi è buono solo per gli affari suoi, in realtà è cattivo.
Sententiae
Originale: (la) Malus est vocandus, qui sua est causa bonus.

„Chi sfugge ad un processo confessa la propria colpa.“

—  Publilio Siro

Chi fugge il giudizio dimostra essere colpevole.
Chi si sottrae al giudice confessa la sua colpa.
Sententiae
Originale: (la) Fatetur facinus, quisquis iudicium fugit.

Help us translate English quotes

Discover interesting quotes and translate them.

Start translating

„Molti si preoccupano della propria fama, pochi della propria coscienza.“

—  Publilio Siro

Sententiae
Originale: (la) Famam curant multi, pauci conscientiam.

„Chi strappa l'altrui onore perde il proprio!“

—  Publilio Siro

Chi toglie l'onore altrui, perde anche il proprio.
Sententiae
Originale: (la) Pudorem alienum qui eripit, perdit suum.

„Quanto è gramo chi attribuisce le proprie colpe agli altri.“

—  Publilio Siro

Sententiae
Originale: (la) Quam malus est, culpam qui suam alterius facit!

„Il suggerimento (l'aiuto) viene a mancare proprio quando più ci serve!“

—  Publilio Siro

Un buon consiglio manca sempre quando più se ne ha bisogno.
Sententiae
Originale: (la) Semper consilium tunc deest, cum opus est maxime.

„È preferibile affidarsi al proprio coraggio che alla fortuna!“

—  Publilio Siro

È meglio affidarsi alle proprie capacità che alla sorte.
Sententiae
Originale: (la) Virtuti melius quam fortunae creditur.

„È proprio dell'uomo onesto non saper fare un'ingiustizia!“

—  Publilio Siro

L'uomo probo non sa far ingiustizia.
Sententiae
Originale: (la) Viri boni est nescire iniuriam pati.

„Il saggio comanderà al proprio cuore, lo stolto ne sarà schiavo!“

—  Publilio Siro

Sententiae
Originale: (la) Animo imperabit sapiens, stultus serviet.

„Chi si nasconde in luoghi sconosciuti si fa una legge propria!“

—  Publilio Siro

Chi vive in luoghi remoti si fa la sua legge.
Sententiae
Originale: (la) Locis remotis qui latet, lex est sibi.

Autori simili

Quinto Ennio photo
Quinto Ennio26
poeta, drammaturgo e scrittore romano
Tascio Cecilio Cipriano photo
Tascio Cecilio Cipriano9
vescovo cattolico e scrittore romano
Apuleio photo
Apuleio32
scrittore e filosofo romano
Oliver Goldsmith photo
Oliver Goldsmith11
scrittore e drammaturgo irlandese
Marco Porcio Catone photo
Marco Porcio Catone17
politico, generale e scrittore romano
Joseph Addison photo
Joseph Addison9
politico, scrittore e drammaturgo britannico
Karel Čapek photo
Karel Čapek31
giornalista, scrittore e drammaturgo ceco
Henry De Montherlant photo
Henry De Montherlant197
scrittore e drammaturgo francese
Gaio Plinio Secondo photo
Gaio Plinio Secondo25
scrittore romano
Alfred De Musset photo
Alfred De Musset12
poeta, scrittore e drammaturgo francese
Anniversari di oggi
Antonio Abate photo
Antonio Abate11
abate e santo egiziano 251 - 357
Anton Pavlovič Čechov photo
Anton Pavlovič Čechov52
scrittore, drammaturgo e medico russo 1860 - 1904
Muhammad Ali photo
Muhammad Ali16
pugile statunitense 1942 - 2016
Patrice Lumumba photo
Patrice Lumumba16
politico della Repubblica Democratica del Congo 1925 - 1961
Altri 86 anniversari oggi
Autori simili
Quinto Ennio photo
Quinto Ennio26
poeta, drammaturgo e scrittore romano
Tascio Cecilio Cipriano photo
Tascio Cecilio Cipriano9
vescovo cattolico e scrittore romano
Apuleio photo
Apuleio32
scrittore e filosofo romano
Oliver Goldsmith photo
Oliver Goldsmith11
scrittore e drammaturgo irlandese
Marco Porcio Catone photo
Marco Porcio Catone17
politico, generale e scrittore romano