„Chi tende continuamente "verso l'alto" deve aspettarsi prima o poi d'essere colto dalla vertigine. Che cos'è la vertigine? Paura di cadere? Ma allora perché ci prende la vertigine anche su un belvedere fornito di una sicura ringhiera? La vertigine è qualcosa di diverso dalla paura di cadere. La vertigine è la voce del vuoto sotto di noi che ci attira, che ci alletta, è il desiderio di cadere, dal quale ci difendiamo con paura.“

L'insostenibile leggerezza dell'essere

Estratto da Wikiquote. Ultimo aggiornamento 21 Maggio 2020. Storia
Milan Kundera photo
Milan Kundera196
scrittore, saggista e poeta cecoslovacco 1929

Citazioni simili

Milan Kundera photo
Jovanotti photo

„La vertigine non è | paura di cadere, | ma voglia di volare.“

—  Jovanotti cantautore, rapper e disc jockey italiano 1966

da Mi fido di te
Buon sangue

Jean Paul Sartre photo
Milan Kundera photo
Søren Kierkegaard photo
Questa traduzione è in attesa di revisione. È corretto?
Søren Kierkegaard photo
Aldo Palazzeschi photo

„Io sono un uomo che soffre di vertigini scritte.“

—  Aldo Palazzeschi scrittore e poeta italiano 1885 - 1974

Spazzatura (rubrica su Lacerba)

Emil Cioran photo

„La vera vertigine è l'assenza della follia.“

—  Emil Cioran filosofo, scrittore e saggista rumeno 1911 - 1995

La caduta nel tempo

Pierre Drieu La Rochelle photo
Dashiell Hammett photo

„Il pensiero è una cosa che ti dà le vertigini.“

—  Dashiell Hammett scrittore statunitense 1894 - 1961

Origine: Da Il bacio della violenza. Citato in Dizionario delle citazioni, a cura di Italo Sordi, BUR, 1992. ISBN 14603-X

Milan Kundera photo
Nesli photo
Neil Gaiman photo
Cristina Donà photo

„Dentro a una vertigine che danza, | e ci porta al di là del tempo.“

—  Cristina Donà cantautrice italiana 1967

da Universo, n. 2
La quinta stagione

Citát „Scrivevo silenzi, notti, segnavo l'inesprimibile. Fissavo vertigini.“
Arthur Rimbaud photo
Georges Simenon photo

„Rimase immobile, sopraffatta, gli occhi chiusi, in preda alla vertigine.“

—  Georges Simenon scrittore belga 1903 - 1989

da Il testamento Donadieu, traduzione di Paola Zallio Messori, Adelphi, 2014

Georges Simenon photo

Argomenti correlati