„Dopo la crocifissione di Gesù, l'umanità non è entrata nel regno di Dio. Se lui ha sofferto per noi, se la sua crocifissione è stata l'espiazione della nostra colpa e dei nostri peccati, allora Gesù è un fallimento, perché la colpa, i peccati e la sofferenza continuano. In tal caso, la sua sofferenza è stata inutile, perché la crocifissione non ha avuto successo. Il cristianesimo, semplicemente, presta fede a un mito.“

Origine: Il libro dei segreti, I segreti della gioia (vol. IV), p. 250

Estratto da Wikiquote. Ultimo aggiornamento 04 Giugno 2020. Storia

Citazioni simili

Chuck Palahniuk photo
Emil Cioran photo

„Sono talmente appagato dalla solitudine che il minimo appuntamento è per me una crocifissione.“

—  Emil Cioran filosofo, scrittore e saggista rumeno 1911 - 1995

Confessioni e anatemi

Simone Weil photo

„Ogni volta che penso alla crocifissione di Cristo pecco d'invidia.“

—  Simone Weil, libro Attesa di Dio

Origine: Attesa di Dio, p. 46

Simone Weil photo
Ernest Renan photo

„La più alta coscienza di Dio che sia mai esistita in seno all'umanità è stata quella di Gesù.“

—  Ernest Renan filosofo, filologo e storico delle religioni francese 1823 - 1892

Origine: Vita di Gesù, p. 43

Friedrich Dürrenmatt photo
Guido Ceronetti photo

„eterna crocifissione di un Servo del Signore agli orrori della Materia, e non tenerne conto è da storiografia amputata e complice delle tenebre.“

—  Guido Ceronetti poeta, filosofo e scrittore italiano 1927 - 2018

Origine: La pazienza dell'arrostito, p. 180

Marcel Jouhandeau photo
Charles Bukowski photo
Roberto Benigni photo
Milan Kundera photo

„Le questioni principali che affrontiamo in Inchiesta su Gesù sono quattro. Quattro domande in particolare. Primo. Gesù era un cristiano o invece era un ebreo che è rimasto sempre tale e non mai voluto fondare una nuova religione? E se il cristianesimo è nato dopo la sua morte, quando e perché si è formato e in che misura gli è fedele? Se Gesù era un ebreo la nostra civiltà occidentale ha alla sua base anche l'ebraismo o solo il cristianesimo? Secondo. Gesù era convinto che l'avvento del Regno di Dio fosse imminente? Pensava davvero che avrebbe posto fine alle ingiustizie, portato la salute ai malati e la liberazione ai poveri e agli schiavi? Oppure attendeva solo la risurrezione ed era portatore di un messaggio di salvezza ultraterrena? Terzo. La responsabilità della morte di Gesù fu dei Romani che lo giustiziarono con la pena romana della crocifissione oppure fu prevalentemente degli ebrei? E infine, quarto. I Vangeli canonici (Marco, Luca, Matteo e Giovanni) datano all'incirca tra il 70 e il 100 dopo Cristo? Oppure a scriverli furono dei testimoni oculari? Le loro informazioni sempre sono esatte? Oppure a volte si contraddicono? Per sapere chi fu realmente Gesù è necessario utilizzare anche fonti non canoniche come la Didachè, l'Ascensione di Isaia, il Vangelo di Pietro, ecc.? Oppure devono bastare i quattro Vangeli canonici e le lettere di Paolo? E ancora. Gesù era un celibe come vuole la tradizione o invece era sposato o addirittura gay come vorrebbe tutto un filone di film e romanzi torbidi?“

—  Mauro Pesce docente, biblista e storico italiano 1941

da Inchiesta su Gesù http://www.magazine.unibo.it/Magazine/Attualita/2006/12/14/gesu.htm, in magazine.unibo.it, 14 dicembre 2006

Mario Benedetti photo

„Io credo che il senso di colpa dia più sapore al peccato.“

—  Mario Benedetti poeta, saggista e scrittore uruguaiano 1920 - 2009

Origine: Grazie per il fuoco, p. 26

Charles Péguy photo

„C'è il tesoro delle sofferenze, il tesoro eterno delle sofferenze. La passione di Gesù l'ha posseduto interamente, d'un tratto.“

—  Charles Péguy scrittore, poeta e saggista francese 1873 - 1914

Santuario

Papa Paolo VI photo

„Anche gli animali sono creature di Dio, che nella loro muta sofferenza sono un segno dell'impronta universale del peccato e della universale attesa della redenzione.“

—  Papa Paolo VI 262° vescovo di Roma e papa della Chiesa cattolica 1897 - 1978

Origine: Citato nell' intervento tenuto da Luigi Lorenzetti alla Giornata per la Coscienza degli Animali del 13 maggio 2010 http://www.lacoscienzadeglianimali.it/index.php/gli-interventi/24-la-coscienza-degli-animali-milano-13-maggio-2010-intervento-di-luigi-lorenzetti.

Jürgen Habermas photo

„Quando il peccato si è trasformato in colpa, qualcosa è andato perduto.“

—  Jürgen Habermas filosofo, storico e sociologo tedesco 1929

Origine: Citato in Ulla Berkéwicz, Forse stiamo diventando pazzi, traduzione di Mara Cristina, Casagrande 2004. ISBN 8877133937

Emil Cioran photo

„Senza la colpa, nessuna coscienza dell'esistenza divina. Perciò è raro trovare Dio in una coscienza che ignori i tormenti del peccato.“

—  Emil Cioran filosofo, scrittore e saggista rumeno 1911 - 1995

Lacrime e santi

Argomenti correlati