„Se Giustiniano I aveva sperato, chiudendo le scuole filosofiche di Atene, di spegnere il pensiero speculativo del mondo precristiano, la sua fu una speranza vana. L'ellenista Michele Psello, durante una di queste ricorrenti rinascite, indica la temperie spirituale quando parla di «rubare all'intelligenza la qualità incorporea delle cose e percepire la luce nel corpo del Sole». L'aura è silenziosa, immobile e di una distanza stratosferica dalle comuni passioni umane.“

Da Icone, p. 283
Mani. Viaggi nel Peloponneso

Ultimo aggiornamento 22 Maggio 2020. Storia

Citazioni simili

Roy Dupuis photo
Bertrand Russell photo
Paracelso photo
Gottfried Wilhelm von Leibniz photo

„[…] quando si va al fondo delle cose, si trova più ragione di quanto non si credesse nella maggior parte delle scuole filosofiche.“

—  Gottfried Wilhelm von Leibniz matematico e filosofo tedesco 1646 - 1716

Origine: Da Éclaircissement des difficultés que M. Bayle a trouvées dans le systeme nouveau de l'union de l'âme et du corps (1698), in Scritti filosofici; citato in Ditadi 1994, p. 587.

John Elkann photo

„Da dove cominciare a cambiare le cose, se non da una migliore qualità della scuola?“

—  John Elkann imprenditore italiano 1976

Origine: Citato in Premio Americano a John Elkann http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2010-09-21/maturita-americana-elkann-085321.shtml?uuid=AYSqLyRC, Il Sole 24 Ore.com, 21 settembre 2010.

Questa traduzione è in attesa di revisione. È corretto?
Francesco d'Assisi photo
Jim Morrison photo

„Affrettati a spegnere le passioni prima che ti brucino.“

—  Jim Morrison cantautore e poeta statunitense 1943 - 1971

Attribuite, Poesie apocrife

Enrico Brizzi photo
Nicolás Gómez Dávila photo
Giordano Bruno photo
Papa Giovanni Paolo II photo
Emil Cioran photo
Rudolf Steiner photo

„[…] nemmeno gli antichi greci, quando parlavano di Mercurio, intendevano l'astro fisico, bensì l'insieme delle entità di quell'astro. Erano mondi spirituali, esseri spirituali quelli di cui si parlava quando, nelle sedi della conoscenza, si pronunciava, poniamo, il nome di Mercurio. Coloro che erano discepoli dei maestri di quelle scuole, pronunciando nei diversi linguaggi i nomi di Luna, Mercurio, Venere, Sole, Marte, Giove, Saturno, indicavano una scala di entità spirituali. Chi pronuncia quelle parole nel senso odierno, indicando con esse un astro fisico, indica solo la parte più grossolana di ciò che con quei nomi s'intendeva in origine.“

—  Rudolf Steiner filosofo, esoterista e pedagogista austriaco 1861 - 1925

2010, p. 19
Gerarchie spirituali e loro riflesso nel mondo fisico – Zodiaco, Pianeti e Cosmo
Variante: […] nemmeno gli antichi greci, quando parlavano di Mercurio, intendevano l'astro fisico, bensì l'insieme delle entità di quell'astro. Erano mondi spirituali, esseri spirituali quelli di cui si parlava quando, nelle sedi della conoscenza, si pronunciava, poniamo, il nome di Mercurio. Coloro che erano discepoli dei maestri di quelle scuole, pronunciando nei diversi linguaggi i nomi di Luna, Mercurio, Venere, Sole, Marte, Giove, Saturno, indicavano una scala di entità spirituali. Chi pronuncia quelle parole nel senso odierno, indicando con esse un astro fisico, indica solo la parte più grossolana di ciò che con quei nomi s'intendeva in origine. (p. 19, 2010)

Susanna Tamaro photo
Leopold von Sacher-Masoch photo

„Non lasciar nutrire una vana speranza non è crudele, ma onesto.“

—  Leopold von Sacher-Masoch giornalista, romanziere e scrittore austriaco 1836 - 1895

Origine: L'amore crudele, p. 108

Albert Einstein photo
Alberto Manguel photo

Argomenti correlati