„Fui sopraffatto dalla consapevolezza del patetico destino dell'uomo, del terribile significato della sua presenza. Il deserto era lì come un bianco animale paziente, in attesa che gli uomini morissero e le civiltà vacillassero come fiammelle, prima di spegnersi del tutto. Intuii allora il coraggio dell'umanità e fui contento di farne parte.“

Chiedi alla polvere

Ultimo aggiornamento 22 Maggio 2020. Storia

Citazioni simili

Vittorio Giovanni Rossi photo
Charles Bukowski photo
Pietro Nigro photo

„Occhi nella notte | che cercano | e la notte che ti guarda | paziente | nell'attesa.“

—  Pietro Nigro poeta italiano 1939

da Tu, la notte e il silenzio, vv. 5-9
Astronavi dell'anima

Anna Frank photo
François-René de Chateaubriand photo

„Le foreste a precedere le civiltà, i deserti a seguire.“

—  François-René de Chateaubriand scrittore, politico e diplomatico francese 1768 - 1848

Attribuite
Origine: Jean-Michel Le Bot, Contribution à l'histoire d'un lieu commun: l'attribution à Chateaubriand de la phrase «les forêts précèdent les peuples, les déserts les suivent» https://journals.openedition.org/socio-logos/2634?lang=en, Socio-logos, n. 7, 2012.

Questa traduzione è in attesa di revisione. È corretto?
Bob Marley photo
Luigi Pirandello photo
Arundhati Roy photo
Claudia Cardinale photo
Camille Paglia photo
Eric Voegelin photo

„Destino dell'uomo non è possedere la propria umanità, bensì preoccuparsi di realizzarla interamente.“

—  Eric Voegelin filosofo, politologo e storico tedesco 1901 - 1985

Origine: Da Equivalenze di esperienza e simbolizzazione nella storia, in Aa. Vv., Eternità e storia. I valori permanenti nel divenire storico, Vallecchi, Firenze, 1970.

Albert Einstein photo

„Facciamo parte di una mandria di bufali e dobbiamo essere contenti se non veniamo calpestati prima del tempo.“

—  Albert Einstein scienziato tedesco 1879 - 1955

Origine: Da una lettera a Cornelius Lanczos, 26 aprile 1945.
Origine: Il lato umano, p. 67

Sergej Aleksandrovič Esenin photo
Marco Olmo photo

„A me piace correre. E correre nel deserto è la cosa più immediata che ci possa essere. Il deserto era lì prima del tartan e delle strade di New York, quindi una corsa nel deserto è più naturale della New York City Marathon.“

—  Marco Olmo atleta italiano 1948

Origine: Citato in Stefano Severoni, Marco Olmo, il "nobile faticatore del deserto" http://www.vegansport.org/ita/art_marco.html, vegansport.org.

James Joyce photo

Argomenti correlati