Frasi di Antoine Fabre d'Olivet

Antoine Fabre d'Olivet foto

1   0

Antoine Fabre d'Olivet

Data di nascita: 8. Dicembre 1767
Data di morte: 27. Marzo 1825

Antoine Fabre d'Olivet è stato uno scrittore francese.

È stato scrittore, poeta e compositore la cui ermeneutica biblica e filosofica ha influenzato molti occultisti, come Eliphas Lévi e Gérard Encausse. Il suo miglior lavoro conosciuto oggi è la sua ricerca sull'ebraico biblico, i trentasei Versi d'Oro di Pitagora e l'arte sacra della musica. Il suo interesse per Pitagora e le opere risultanti hanno avviato un risveglio del Neopitagorismo che avrebbe poi influenzato molti occultisti e spirtitualisti New Age. Ha svolto un lavoro di reinterpretazione della Genesi a partire dal testo originale . Egli fu condannato sia da Napoleone I che dal Papa.


„Sembra, secondo i più famosi rabbini, che lo stesso Mosè, prevedendo la sorte che poteva subire il suo libro e le false interpretazioni che i tempi gli avrebbero riservato, sia ricorso a una legge orale che egli affidò a viva voce a dei discepoli sicuri, e che incaricò di trasmettere nella segretezza del santuario ad altri uomini che, a loro volta, trasmettendola di epoca in epoca, la facessero così pervenire alla più lontana posterità. Questa legge orale si chiama Qabbālāh, dalla parola ebraica che significa "ciò che è ricevuto", "che viene passato di mano in mano".“

Autori simili