Frasi di Joseph Arthur de Gobineau

Joseph Arthur de Gobineau foto
1  0

Joseph Arthur de Gobineau

Data di nascita: 14. Luglio 1816
Data di morte: 13. Ottobre 1882

Pubblicità

Il conte Joseph Arthur de Gobineau è stato un diplomatico, scrittore e filosofo francese.

Personaggio cosmopolita, viaggiatore, nella sua lunga carriera fu ambasciatore in Persia, Grecia, Brasile e Svezia. È passato alla storia per essere stato l'ispiratore di tutte le teorie razziste europee del XIX secolo.

Deve infatti la notorietà alla sua opera Essai sur l'inégalité des races humaines , pubblicato per la prima volta nel 1853-54 in 500 copie a spese dell'autore, che si pone tra i testi basilari del pensiero razzista contemporaneo. È anche l'autore di un'opera letteraria romantica, di scritti polemici e lavori storici e filologici sull'Iran antico. Fu legato da un rapporto di stima e amicizia con Alexis de Tocqueville, che gli fece da mentore nella sua carriera e lo assunse come capo gabinetto. Proprio con Tocqueville Gobineau intrattenne una fitta corrispondenza sui temi della libertà e della razza .

Nel Saggio Gobineau riprende da Johann Friedrich Blumenbach la suddivisione delle razze umane in gialla, nera e bianca e, come Blumenbach, le dispone in gerarchia, ma - diversamente da Blumenbach e analogamente a Linneo - attribuisce a ciascuna razza determinate caratteristiche morali e psicologiche innate a cui fa riferimento per sostenere la tesi della superiorità dei bianchi sui gialli e sui neri.

Per Gobineau, la razza gialla è materialista, portata al commercio e incapace di esprimere pensieri metafisici; la razza nera presenta sensi sviluppati all'eccesso e modesta capacità intellettiva; la razza bianca , che incarna le virtù della nobiltà e i valori aristocratici, sarebbe invece contraddistinta dal suo amore per la libertà, per l'onore e per la spiritualità. Originaria dell'India, la razza bianca si sarebbe sovrapposta alle prime popolazioni europee per formare il ceppo teutonico destinato a dominare l'Europa nei secoli successivi. Ma l'inevitabile incrocio con le altre razze ne avrebbe corrotto la nobiltà, e gli ariani avrebbero progressivamente assunto alcuni dei tratti deteriori delle razze inferiori , in un processo degenerativo che Gobineau considerava irreversibile.

Nel 1846 sposò a Parigi Clemence Monnerot , una donna creola che gli diede due figlie: Diane e Christine.

Gobineau morì a Torino, stroncato da un infarto mentre si trovava alla stazione di Porta Nuova. È sepolto nel Cimitero monumentale di Torino.

Un suo seguace fu lo scrittore del Regno Unito Houston Stewart Chamberlain , che esaltò la razza ariana, considerandola pura soprattutto nel ceppo germanico. Espose le sue idee nell'opera Die Grundlagen des XIX Jahrhunderts . Chamberlain vedeva in Richard Wagner l'apostolo di questa razza pura .

Frasi Joseph Arthur de Gobineau

Anniversari di oggi
Osho Rajneesh foto
Osho Rajneesh156
filosofo indiano 1931 - 1990
Alexandr Isajevič Solženicyn foto
Alexandr Isajevič Solženicyn17
scrittore, drammaturgo e storico russo 1918 - 2008
ʿUmar Khayyām foto
ʿUmar Khayyām19
matematico, astronomo e poeta persiano 1048 - 1131
Mario Tobino foto
Mario Tobino17
scrittore, poeta e psichiatra italiano 1910 - 1991
Altri 36 anniversari oggi
Autori simili
François-René de Chateaubriand foto
François-René de Chateaubriand30
scrittore, politico e diplomatico francese
Paul Claudel foto
Paul Claudel19
poeta, drammaturgo e diplomatico francese
Gustave Thibon foto
Gustave Thibon23
filosofo e scrittore francese
François de La  Rochefoucauld foto
François de La Rochefoucauld195
scrittore, filosofo e aforista francese
Étienne de La Boétie foto
Étienne de La Boétie14
filosofo, scrittore e politico francese
Michel De Montaigne foto
Michel De Montaigne62
filosofo, scrittore e politico francese
Ivo Andrič foto
Ivo Andrič15
scrittore e diplomatico jugoslavo
Sergio Romano foto
Sergio Romano22
storico, scrittore e giornalista italiano
Émile-Auguste Chartier foto
Émile-Auguste Chartier20
filosofo, giornalista e scrittore francese