„Poi la porta si spalancò. Ed entrò quella donna. Tutto quello che posso dirvi è che ci sono miliardi di donne, sulla terra, giusto? Certune sono passabili. La maggior parte sono abbastanza belline, ma ogni tanto la natura fa uno scherzo, mette insieme una donna speciale, incredibile. Cioè, guardi e non ci puoi credere. Tutto è un movimento ondulatorio perfetto, come l'argento vivo, come un serpente, vedi una caviglia, un gomito, un seno, un ginocchio, e tutto si fonde in un insieme gigantesco, provocante, con magnifici occhi sorridenti, bocca leggermente piegata in giù, labbra atteggiate in modo che sembrano scoppiare in una risata alla tua sensazione di impotenza. E sanno vestirsi, e i loro lunghi capelli incendiano l'aria. Troppo di tutto, accidenti.“

—  Charles Bukowski, libro Pulp

1995, pp. 65-66
Pulp

Estratto da Wikiquote. Ultimo aggiornamento 22 Febbraio 2021. Storia

Citazioni simili

Edith Wharton photo
Søren Kierkegaard photo
Malcolm X photo
Alessandro Baricco photo
Francesco Algarotti photo
Samuel Beckett photo
Frank Zappa photo
Paramahansa Yogananda photo
Rino Gaetano photo
Jasmine Trinca photo
Jules Renard photo
Franz Kafka photo
Ardengo Soffici photo

„La donna? Per certuni un buco, per altri un abisso.“

—  Ardengo Soffici scrittore italiano 1879 - 1964

27 dicembre, p. 266
Giornale di bordo

Farah Pahlavi photo
Walt Whitman photo
Mauro Leonardi photo
Pierre de Bourdeille photo

Argomenti correlati