„Una pressione infinitamente più pesante si esercita senza dubbio sui dittatori moderni, ridotti a trovare la loro forza nella identificazione con tutti quegli impulsi che Nietzsche disprezzava nelle masse, in particolare con «quella mendace autoammirazione e libidine raziale». C'è una derisione corrosiva nel fatto d'immaginare un possibile accordo tra l'esigenza nietzscheana e una organizzazione politica che impoverisce l'esistenza al vertice, che imprigiona esilia o uccide tutto ciò che potrebbe costituire un'aristocrazia di «spiriti liberi». Come se non fosse lampante che Nietzsche, quando richiede un amore a misura del sacrificio della vita, è per la «fede» che comunica, per i valori che la sua esistenza rende reali, evidentemente non per una patria...
«Nota per gli asini», scriveva già Nietzsche stesso, temendo una confusione simile, altrettanto miserabile.“

— Georges Bataille, p. 18-19

Pubblicità

Citazioni simili

Umberto Galimberti photo
Albert Speer photo
Pubblicità
 Papa Francesco photo
Gianfranco Ravasi photo
Subcomandante Marcos photo
Konrad Lorenz photo
Yukio Mishima photo
Pubblicità
Luciano De Crescenzo photo
Marguerite Yourcenar photo
Pubblicità
Nicolás Gómez Dávila photo
Fred Uhlman photo
Chiara Amirante photo
Haruki Murakami photo
Avanti