„Se mi fosse concesso come a Sancio Panza scegliermi un regno, non sarebbe un regno marittimo—o un regno di neri con i quali fare qualche penny——no, sarebbe un regno di sudditi che ridono di cuore: E poiché le passioni biliose e più saturnine, creando disordini nel sangue e negli umori, hanno una cattiva influenza, a quanto vedo, sul corpo politico quanto su quello naturale,—e poiché niente all'infuori dell'abitudine alla virtù può dominare completamente quelle passioni, e assoggettarle alla ragione—aggiungerei alla mia preghiera—che Dio conceda ai miei sudditi la grazia di essere SAGGI quanto sono ALLEGRI; e sarei allora il più felice dei monarchi, e loro il più felice dei popoli sotto il cielo.—
E così, per il momento con questa morale, con licenza delle vostre signorie e reverenze, prendo congedo da voi fino al prossimo anno, quando (se questa infame tosse non mi uccide nel frattempo) darò un'altra tiratina alle vostre barbe, e rivelerò al mondo una storia che non immaginate neppure lontanamente.“

vol. IV, cap. XXXII; 1982, p. 320
Vita e opinioni di Tristram Shandy

Ultimo aggiornamento 21 Maggio 2020. Storia

Citazioni simili

Leonardo Murialdo photo
Bruce Marshall photo
Pavel Aleksandrovič Florenskij photo
Hans Urs Von Balthasar photo
Gesù photo
Dietrich Bonhoeffer photo
Pino Puglisi photo
Charles de Foucauld photo
Papa Benedetto XVI photo

„La violenza non instaura il regno di Dio, il regno dell'umanesimo.“

—  Papa Benedetto XVI 265° vescovo di Roma e papa della Chiesa cattolica 1927

Francesco II delle Due Sicilie photo

„Non sono i miei sudditi che mi hanno combattuto contro; non mi strappano il Regno le discordie intestine, ma mi vince l'ingiustificabile invasione d'un nemico straniero.“

—  Francesco II delle Due Sicilie Quarto ed ultimo sovrano del Regno delle Due Sicilie (1859-1861) 1836 - 1894

Tratto da "Re Franceschiello. L'ultimo sovrano delle Due Sicilie", di Giuseppe Campolieti, Mondadori, Milano, 2005

Jean Jacques Rousseau photo
Raniero Cantalamessa photo
Rayden photo
Quinto Orazio Flacco photo

„Abbiamo creduto al regno di Giove quando lo sentimmo tonante in cielo.“

—  Quinto Orazio Flacco poeta romano -65 - -8 a.C.

(III, V, 1-2)
Caelo tonantem credidimus Jovem | Regnare.
Odi

„La solitudine è un regno, ma può essere un carcere.“

—  Tullio Colsalvatico scrittore italiano 1901 - 1980

L'uomo, il tempo e l'amore

Emily Dickinson photo
Ermes Ronchi photo

„Il Regno che deve venire è il mondo come Dio lo sogna.“

—  Ermes Ronchi presbitero e teologo italiano 1947

Origine: Da Le ragioni della speranza, Rai Uno, 24 luglio 2010 http://it.gloria.tv/?media=102752.

Luigi Tenco photo

Argomenti correlati