„Che imbecilli. Mi ripugna il pensare che sto per rivedere le loro facce ottuse e piene di sicurezza. Legiferano, scrivono romanzi populisti, si sposano, hanno l'estrema stupidità di fare figli. E frattanto la grande natura incolta s'è insinuata nella loro città, s'è infiltrata dappertutto, nelle loro case, nei loro uffici, in loro stessi. Non si muove, si mantiene ferma in essi, essi vi stan dentro in pieno, la respirano e non la vedono, credono che sia fuori, a venti miglia dalla città. Io la vedo, questa natura, la vedo… So che la sua sottomissione è pigrizia, so ch'essa non ha leggi: quella che scambiano per la sua costanza… Non ha che abitudini, e le può cambiare domani.“

2003, p. 197
La nausea

Estratto da Wikiquote. Ultimo aggiornamento 21 Maggio 2020. Storia
Jean Paul Sartre photo
Jean Paul Sartre92
filosofo, scrittore, drammaturgo e critico letterario franc… 1905 - 1980

Citazioni simili

Lucio Battisti photo
Gianna Nannini photo
Walt Whitman photo
Daniel Pennac photo
Charlotte Brontë photo
Irène Némirovsky photo
Jerome Klapka Jerome photo
John Constable photo
Igor Cassina photo
Niccolo Machiavelli photo
Questa traduzione è in attesa di revisione. È corretto?
Voltaire photo

„Eppure io non vedo tra noi nessun moralista, nessuno dei nostri loquaci predicatori, nessuno nemmeno dei nostri Tartufi, che abbia mai fatto la minima riflessione su quest'orrenda abitudine divenuta in noi natura.“

—  Voltaire filosofo, drammaturgo, storico, scrittore, poeta, aforista, enciclopedista, autore di fiabe, romanziere e saggista fran… 1694 - 1778

1994, p. 661
Il faut prendre parti, ou le principe d'action

Michele Valori photo
Arthur Koestler photo
Ferdinando Petruccelli della Gattina photo
Vaclav Fomič Nižinskij photo
Marilyn Monroe photo

Argomenti correlati