„Che imbecilli. Mi ripugna il pensare che sto per rivedere le loro facce ottuse e piene di sicurezza. Legiferano, scrivono romanzi populisti, si sposano, hanno l'estrema stupidità di fare figli. E frattanto la grande natura incolta s'è insinuata nella loro città, s'è infiltrata dappertutto, nelle loro case, nei loro uffici, in loro stessi. Non si muove, si mantiene ferma in essi, essi vi stan dentro in pieno, la respirano e non la vedono, credono che sia fuori, a venti miglia dalla città. Io la vedo, questa natura, la vedo... So che la sua sottomissione è pigrizia, so ch'essa non ha leggi: quella che scambiano per la sua costanza... Non ha che abitudini, e le può cambiare domani.“

— Jean Paul Sartre, 2003, p. 197
Jean Paul Sartre photo
Jean Paul Sartre89
filosofo, scrittore, drammaturgo e critico letterario fr... 1905 - 1980
Pubblicità

Citazioni simili

Agatha Christie photo
Stephen Fry photo
Pubblicità
Mary Shelley photo
Papa Gregório I photo

„Il termine «angelo» denota l'ufficio, non la natura.“

— Papa Gregório I 64° vescovo di Roma e papa della Chiesa cattolica 540 - 604

Francesco Bacone photo
Ugo Foscolo photo
Lucio Battisti photo
Woody Allen photo

„C'è in natura qualcosa di realmente "perfetto" a parte la stupidità di mio zio Hyman? (2004)“

— Woody Allen regista, sceneggiatore, attore, compositore, scrittore e commediografo statunitense 1935

Pubblicità
Radclyffe Hall photo
Auguste Comte photo
Giacomo Leopardi photo
Marcel Proust photo

„La costanza di un'abitudine è di solito proporzionale alla sua assurdità.“

— Marcel Proust scrittore, saggista e critico letterario francese 1871 - 1922

Pubblicità
Philippe Daverio photo
Bruno Misefari photo
Dominique Perrault photo
Ambra Angiolini photo

„[Riferendosi a Roma] In una città grande come questa o ci sei nata o non puoi viverci.“

— Ambra Angiolini attrice, conduttrice televisiva e conduttrice radiofonica italiana 1977

Avanti