„Il forte si mesce col vinto nemico, | col nuovo signore rimane l'antico; | l'un popolo e l'altro sul collo vi sta. | Dividono i servi, dividon gli armenti; | si posano insieme sui campi cruenti | d'un volgo disperso che nome non ha.“

coro: atto III, vv. 61-66
Adelchi

Ultimo aggiornamento 22 Maggio 2020. Storia

Citazioni simili

Jared Leto photo

„La mia band è un tutt'uno con i fan, a cui ho dato un nome: Echelon. Gli Echelon sono sparsi in tutto il mondo, e si dividono in eserciti dell'amore. E quello italiano è uno dei più caldi.“

—  Jared Leto attore, cantautore e musicista statunitense 1971

Origine: Dall'intervista di Carlotta Pianforini, Enigmatico quando si fa intervistare, scatenato sul palco http://www.vogue.it/people-are-talking-about/musica-teatro-cinema/2010/05/jared-leto, Vogue, 11 maggio 2010.

Pasquale Villari photo

„Sentiamo certamente più l'Io che il Noi e molti sono i rancori, le gelosie, gli odii che ci dividono. È pur vero un difetto assai comune tra i popoli meridionali.“

—  Pasquale Villari storico e politico italiano 1827 - 1917

Origine: i portoghesi, gli spagnuoli, i provenzali, gli italiani, etc.)
Origine: Lettere meridionali, p. 162

Alessandro Manzoni photo
Sigmund Freud photo
Patrice Lumumba photo
Sesto Pompeo Festo photo

„Tanti servi, tanti nemici.“

—  Sesto Pompeo Festo grammatico romano

De verborum significatione, ed. Muller, p. 261; citato in Giuseppe Fumagalli, Chi l'ha detto?, Hoepli

Gertrud von Le Fort photo
Giuseppe Flaiani photo
Kim Il-sung photo
Fabrizio De André photo
Malala Yousafzai photo
Confucio photo
Frédéric Ozanam photo
Georg Christoph Lichtenberg photo
Confucio photo
Adrienne von Speyr photo
Leonardo Da Vinci photo

„Questo piglia sempre il colore della cosa, dove si posa, onde, insieme colle frondi dove si posano, spesso dalli elefanti son divorati.“

—  Leonardo Da Vinci pittore, ingegnere e scienziato italiano 1452 - 1519

Camaleone; 1979, p. 71
Bestiario o Le allegorie

Howard Phillips Lovecraft photo
Heinrich Heine photo

„È un'antica storia che rimane sempre nuova.“

—  Heinrich Heine poeta tedesco 1797 - 1856

da Ein Jüngling liebt ein Mädchen

Argomenti correlati