Frasi di Vinicio Capossela

Vinicio Capossela foto

62   40

Vinicio Capossela

Data di nascita: 14. Dicembre 1965

Vinicio Capossela è un cantautore, polistrumentista e scrittore italiano.

Nato in Germania, da genitori di origine irpina , viene chiamato Vinicio, pur non essendo questo uno dei nomi della tradizione familiare, come omaggio al celebre fisarmonicista Vinicio, autore di molti dischi per la Durium negli anni sessanta, di cui il padre è fan. Torna poco dopo in Italia con la famiglia. Cresce artisticamente nei circuiti underground dell'Emilia-Romagna, fino ad essere notato da Francesco Guccini, che lo porta al Club Tenco che lo lancia. Il nuovo millennio lo avvicina molto alla sua terra d'origine, l'Irpinia, e questo amore reciproco con la gente del luogo si concretizza con la cittadinanza onoraria concessagli dal comune di Calitri.

Debitore nella sua visionarietà poetica verso gran parte della letteratura del Novecento, Capossela ha anche scritto alcuni libri, tra cui Non si muore tutte le mattine, uscito nel marzo 2004. È uno tra gli artisti con il maggior numero di riconoscimenti da parte del Club Tenco, con quattro Targhe Tenco.


„Terra di sud, terra di sud, terra di confine, terra di dove finisce la terra.“ da Il ballo di San Vito

„Ma ancora proteggi la grazia del mio cuore, | adesso e per quando tornerà il tempo. | Il tempo per partire, | il tempo di restare, | il tempo di lasciare, | il tempo di abbracciare. | In ricchezza e in fortuna, | in pena e in povertà, | nella gioia e nel clamore, | nel lutto e nel dolore, | nel freddo e nel sole, | nel sonno e nell'amore | Ovunque proteggi la grazia del mio cuore.“


„Più il teatro è stato prestigioso, più epico l'inseguimento, più la miseria della sala vuota divora.“

„Persa nel cielo lungo la notte del mio cammino, sono due luci che mi accompagnano dovunque sto, una nel sole, per quando il sole mi copre d'oro, una nel nero, per quando il gelo mi vuole a sé. Signora Luna che mi accompagni per tutto il mondo puoi tu spiegarmi dov'è la strada che porta a me? Forse nel sole, forse nell'ombra così per esser, ombra nel sole, luce nell'ombra, sempre per me.“ da Signora Luna, n.° 14

„Che bene è ricordare, ma a perdercisi dentro si impedisce al tempo di adesso di venire.“ libro Il paese dei coppoloni

„Com'è simile la parola amarezza alla parola amore.“

„Qualcuno mi protegga da quello che desidero o almeno mi liberi da quello che vorrei.“ da In clandestinità, n.° 2

„Tutte quelle romanticherie, i tramonti, il mare, sono sempre lì; sono io che spesso manco.“ citato in Gabriele Ferraris, Vinicio Capossela le musiche proibite stregano il Lingotto, La Stampa, 15 settembre 1999, p. 26


„Ma ridi sopra, tanto già lo sai, innamorati s'offre sempre il peggio, il meglio mai.“ da Furore, n.° 8

„Puniti dalla troppa passione, ci si è portati al punto di rimanere fermi davanti ai bivi.“

„Il bar non porta i ricordi ma i ricordi portano inevitabilmente al bar.“

„Non c'è disaccordo nel cielo né nuvole gonfie o mistero né pacchi né stupri né soglie né stanze svuotate d'addio.“ da Non c'è disaccordo nel cielo, n.° 12


„Solo chi cade offre la vista edificante di rialzare il capo dal fondale sottostante.“ da Contrada Chiavicone, n.° 10

„Sono io il mio minotauro, divoro chi arriva fino a me.“ da Brucia Troia, n.° 2

„Degli uccelli che camminano la notte, non valgono nemmeno le penne.“

„La vita va corretta, eccome, è troppo dura da buttare giù liscia.“

Autori simili