„Gli effetti esteriori della vera sventura sono quasi sempre cattivi e quando li si vuol dissimulare, si mente. Ma è proprio nella sventura che risplende la misericordia di Dio; nel profondo, nel centro della sua inconsolabile amarezza. Se perseverando nell'amore si cade fino al punto in cui l'anima non può più trattenere il grido: «Mio Dio, per­ché mi hai abbandonato?», se si rimane in quel punto senza cessare di amare, si finisce col toccare qualcosa che non è più la sventura, che non è la gioia, ma è l'essenza centrale, essenziale, pura, non sensibile, comune alla gioia e alla sofferenza, cioè l'amore stesso di Dio.“

Origine: Cfr. Gesù: «Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato!».
Origine: Attesa di Dio, p. 52

Citazioni simili

Simone Weil photo
Simone Weil photo
Alice Ferney photo
Simone Weil photo
Simone Weil photo
Madre Teresa di Calcutta photo
Pino Puglisi photo
Leonora Christina Ulfeldt photo
Giuseppe Siri photo
Paramahansa Yogananda photo
Ludwig Feuerbach photo
Andrea Gasparino photo
Simone Weil photo
Angelus Silesius photo
Simone Weil photo
Matthew Fox photo
Paramahansa Yogananda photo

„Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Etiam egestas wisi a erat. Morbi imperdiet, mauris ac auctor dictum.“

x