„L'Italia non mi ha dato spazio. Qui c'è una mentalità piena di invidia e di gelosie per chi con merito sale in alto. Nessuno usa il successo altrui come vanto di tutti. All'estero i campioni sono protetti e tutelati, qui gettati in pasto. A Sestriere hanno spianato una montagna per fare una pista dove poter battere il mio record. Hanno invitato Michael Johnson e messo in palio una Ferrari, poi mi hanno chiamato per il passaggio di consegne. Ho chiesto: se Johnson non mi batte, la Ferrari la date a me? Dopo due minuti di silenzio hanno risposto no. Allora non sono andato.“

Pubblicità

Citazioni simili

Usain Bolt photo
Marco Travaglio photo
Pubblicità
Fernando Alonso photo

„Io e Schumacher abbiamo molto in comune, lo stesso entusiasmo e la stessa passione in pista. Mi piacerebbe vincere tanti titoli quanti quelli conquistati da Michael con la Ferrari ma sarà abbastanza difficile.“

—  Fernando Alonso pilota automobilistico spagnolo 1981
Source: Citato in Schumacher benedice Alonso: "Lui in Ferrari, grande idea" http://www.gazzetta.it/Motori/Formula1/01-10-2009/schumacher-benedice-alonso-501469823401.shtml, Gazzetta.it, 1 ottobre 2009.

Enzo Ferrari photo
Walter Mosley photo
Bernie Ecclestone photo
John Isner photo
Robert Kubica photo

„Quando sei un pilota di F1, ci sono due cose che si desiderano sempre: una è diventare campione del Mondo e l'altra è guidare per la Ferrari.“

—  Robert Kubica pilota automobilistico polacco 1984
Source: Citato in F1 | Kubica: senza l'incidente sarebbe potuto diventare pilota Ferrari nel 2012 http://www.formulapassion.it/2014/04/f1-kubica-senza-lincidente-sarebbe-potuto-diventare-pilota-ferrari-nel-2012/, FormulaPassion.it, 26 aprile 2014.

Fernando Alonso photo
Béla Guttmann photo

„Da qui a cento anni nessuna squadra portoghese sarà due volte campione d'Europa e il Benfica, senza di me, non vincerà mai più una Coppa dei Campioni.“

—  Béla Guttmann allenatore di calcio e calciatore ungherese naturalizzato austriaco 1899 - 1981
Source: Il 2 maggio 1962 il Benfica conquistò la sua seconda Coppa dei Campioni battendo 5-3 il Real Madrid in finale. Dopo la vittoria, Guttmann chiese alla dirigenza un premio extra per sé. Dopo il rifiuto da parte della società di concedere tale premio, Guttmann, offeso, decise di lasciare il club e scagliò questa maledizione contro il Benfica. La prima parte della maledizione si è rivelata sbagliata: il Porto vinse la Coppa dei Campioni (poi Champions League) nel 1987 e nel 2004. La seconda parte invece si è, almeno per il momento, avverata: il Benfica non ha più vinto la Coppa dei Campioni (né tanto meno altri trofei europei), perdendo ben cinque finali nelle edizioni successive della competizione europea. Source: Citato in Luca Valdesseri, Cento anni senza vincere una coppa La maledizione eterna del Benfica https://web.archive.org/web/20160101000000/http://archiviostorico.corriere.it/2013/maggio/17/Cento_anni_senza_vincere_una_co_0_20130517_2f922bb2-beb3-11e2-bef8-c5ab4aaffbd8.shtml, Corriere della Sera, 17 maggio 2013, pp. 54-55. Source: Citato in Andrea Sorrentino, Benfica, resiste la maledizione di Guttmann: "Non vincerete più una Coppa per 100 anni" http://www.repubblica.it/rubriche/la-storia/2013/05/16/news/benfica_maledizione_guttmann-58913532/, Repubblica.it, 16 maggio 2013.

Pietro Mennea photo
Diego Perotti photo

„Qui ci ho messo tutto me stesso per fare del mio meglio, ma poi arriva Francesco e ti rendi conto che tutto quello che hai fatto non è stato giocare a calcio, ma tentare di farlo. Lui ti fa una lezione di passaggi e di movimenti e capisci che fino a quel momento non hai fatto niente.“

—  Diego Perotti calciatore argentino 1988
Source: Durante l'intervista rilasciata al termine dell'incontro di Europa League tra Roma e Astra Giurgiu, 29 settembre 2016; citato in Perotti: "Quando vedi Totti ti rendi conto che tutto quello che hai fatto non è stato giocare a calcio" http://www.romawebradio.it/perotti-quando-vedi-totti-ti-rendi-conto-che-tutto-quello-che-hai-fatto-non-e-stato-giocare-a-calcio.html, Romawebradio.it, 29 settembre 2016.

Ryan Giggs photo
Tito Lívio photo

„L'invidia è cieca, né altro sa fare che sminuire il valore altrui, corrompendo gli onori ed i meriti che uno si merita.“

—  Tito Lívio, libro Ab Urbe condita libri
Ab urbe condita, Libro XXXI – Libro XL, Gneo Manlio Vulsone: XXXVIII, 49; 2006 Caeca invidia est nec quicquam aliud scit quam detractare virtutes, corrumpere honores ac praemia earum.

Gneo Manlio Vulsone photo

„L'invidia è cieca, né altro sa fare che sminuire il valore altrui, corrompendo gli onori ed i meriti che uno si merita.“

—  Gneo Manlio Vulsone politico romano
Attribuite, citato in Tito Livio, XXXVIII, 49; 2006 Caeca invidia est nec quicquam aliud scit quam detractare virtutes, corrumpere honores ac praemia earum.

„Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Etiam egestas wisi a erat. Morbi imperdiet, mauris ac auctor dictum.“