„Sabotaggio: uno dei crimini nipponici più gravi, tanto odioso che si usa la parola francese, perché bisogna essere stranieri per concepire una bassezza simile.“

Stupore e tremori

Estratto da Wikiquote. Ultimo aggiornamento 22 Ottobre 2020. Storia

Citazioni simili

Antonio Fogazzaro photo
Federico De Roberto photo
Krishna photo
George Mikes photo
David Hume photo
Ezra Pound photo

„Le guerre si fanno per creare debiti. La guerra è il sabotaggio massimo, il sabotaggio più atroce.“

—  Ezra Pound poeta, saggista e traduttore statunitense 1885 - 1972

Aforismi e detti memorabili

Nathaniel Hawthorne photo
Silvio Berlusconi photo

„Non credo che gli elettori siano così stupidi da affidarsi a gente come D'Alema e Fassino, a chi ha una complicità morale con chi ha fatto i più gravi crimini come il compagno Pol Pot.“

—  Silvio Berlusconi politico e imprenditore italiano 1936

2005
Origine: 14 dicembre 2005; citato in Berlusconi ha detto: (anno 2005) http://cinquantamila.corriere.it/storyTellerArticolo.php?storyId=4ebaadc11e0a7, a cura di Marzia Amico, Jessica D'Ercole, Daria Egidi e Roberta Mercuri, Corriere.it.

Pierre de Marivaux photo
Henri Fréderic Amiel photo

„Vivere non è concepire ciò che bisogna fare, è farlo.“

—  Henri Fréderic Amiel filosofo, poeta e critico letterario svizzero 1821 - 1881

libro Diario intimo

Napoleone Bonaparte photo

„Impossibile non è parola francese.“

—  Napoleone Bonaparte politico e militare francese, fondatore del Primo Impero francese 1769 - 1821

citato in Giuseppe Fumagalli, Chi l'ha detto?, Hoepli, 1921, p. 402
Attribuite

Erri De Luca photo

„Ricevo dalla Procura di Torino la incriminazione per avere istigato al sabotaggio della Tav in Val di Susa. Citano le mie parole a sostegno. Per uno scrittore il reato di opinione è un onore.“

—  Erri De Luca scrittore, traduttore e poeta italiano 1950

Origine: Citato in Massimiliano Peggio, "Giusto sabotare i cantieri in Valsusa" No Tav, indagato lo scrittore De Luca http://www.lastampa.it/2014/02/25/cronaca/giusto-sabotare-i-cantieri-in-valsusa-no-tav-indagato-lo-scrittore-de-luca-tE8zR2lewBovdGNFhYYdoK/pagina.html, La Stampa.it, 25 febbraio 2014.

Donatien Alphonse François de Sade photo
Gilbert Keith Chesterton photo

„Sì, – esclamò lo straniero, raccogliendo questa parola.“

—  Gilbert Keith Chesterton, libro Il Napoleone di Notting Hill

Generoso inglese, voi avete ragione. Un'idea luminosa, ma molto scottante. Mi avete domandato, señor, perché, nel mio desiderio di veder riuniti i colori della mia patria io abbia mescolato sangue e carta. Ma non comprendete dunque l'antica santità dei colori? La Chiesa ha i suoi colori simbolici. Ora, pensate che cosa significhino questi colori per noi, pensate quale sia la condizione di un uomo che, come noi, non può veder altro che questi due colori, e non conosce che il rosso e il giallo. Per gli uomini tutte le forme si equivalgono, tutte le cose, nobili e volgari, formano una democrazia di combinazioni. Ma dovunque la veste rossa d'una vecchia contadina spicca in un campo di gemme d'oro, io vedo il Nicaragua. Dovunque io veda un po' di sabbia gialla in un campo di papaveri, vedo il Nicaragua. Ogni qualvolta vedo un limone e un rosso tramonto di sole, vedo la mia patria; e quando vedo una cassetta rossa per le lettere e un giallo tramonto, il cuore mi batte. Basta del sangue con un po' di mostarda al mio blasone; e se trovo in un fosso del fango giallo e rosso, il fosso mi diventa più caro delle stelle. (p. 48)
Il Napoleone di Notting Hill

Nikolaj Vasiljevič Gogol photo
Lev Nikolajevič Tolstoj photo
Sandro Veronesi photo

Argomenti correlati