„Cime tempestose è un libro più difficile da capire di Jane Eyre, perché Emily era più poeta di Charlotte. Scrivendo, Charlotte diceva con eloquenza e splendore e passione «io amo», «io odio», «io soffro». La sua esperienza, anche se più intensa, è allo stesso livello della nostra. Ma non c'è «io» in Cime tempestose. Non ci sono istitutrici. Non ci sono padroni. C'è l'amore, ma non è l'amore tra uomini e donne. Emily si ispirava a una concezione più generale. L'impulso che la spingeva a creare non erano le sue proprie sofferenze e offese. Rivolgeva lo sguardo a un mondo spaccato in due da un gigantesco disordine e sentiva in sé la facoltà di riunirlo in un libro. […] Il suo è il più raro dei doni. Sapeva liberare la vita dalla sua dipendenza dai fatti; con pochi tocchi indicare lo spirito di una faccia che non aveva più bisogno di un corpo; parlando della brughiera far parlare il vento e ruggire il tuono.“

Virginia Woolf

Ultimo aggiornamento 10 Febbraio 2022. Storia

Citazioni simili

John Cowper Powys photo
Emily Brontë photo
Cesare Pavese photo
Giuseppe Tomasi di Lampedusa photo
Cesare Pavese photo
Marina Ivanovna Cvetaeva photo

„In generale: io odio i letterati, per me ogni poeta – morto o vivo – è un personaggio della mia vita. Non faccio alcuna differenza tra un libro e una persona, un tramonto, un quadro.“

—  Marina Ivanovna Cvetaeva poetessa e scrittrice russa 1892 - 1941

Tutto ciò che amo lo amo di un unico amore. (Da A Vasilij Vasil'evič Rozanov, p. 24)
Il paese dell'anima

Nathaniel Hawthorne photo
Cristina Campo photo
Marina Ivanovna Cvetaeva photo
Alexandre Dumas (padre) photo
Laurell K. Hamilton photo
Gabriel García Márquez photo
Leonardo Da Vinci photo

„Come è più difficile a 'ntendere l'opere di natura che un libro d'un poeta.“

—  Leonardo Da Vinci pittore, ingegnere e scienziato italiano 1452 - 1519

Aforismi, novelle e profezie

Lev Nikolajevič Tolstoj photo
Charlotte Roche photo
Honoré De Balzac photo

„I godimenti che la passione dà, sono orribilmente tempestosi, pagati con snervanti inquietudini che spezzano le corde dell'anima.“

—  Honoré De Balzac scrittore, drammaturgo e critico letterario francese 1799 - 1850

Il giglio della valle

Argomenti correlati