„Lontan sui monti fumidi e gelati | in antri fondi, oscuri, desolati, | prima che sorga il sol dobbiamo andare | a riaver l'arpe e l'oro a noi strappati.“

Lo Hobbit

Estratto da Wikiquote. Ultimo aggiornamento 22 Maggio 2020. Storia
John Ronald Reuel Tolkien photo
John Ronald Reuel Tolkien100
scrittore, filologo, glottoteta e linguista britannico 1892 - 1973

Citazioni simili

Torquato Tasso photo

„Veramente il secol d'oro è questo, | poiché sol vince l'oro e regna l'oro.“

—  Torquato Tasso, Aminta

II, I
Aminta
Variante: Veramente il secol d'oro è questo,
Poiché sol vince l'oro, e regna l'oro.

Al Gore photo
Giosue Carducci photo
Johann Wolfgang von Goethe photo

„Perché è così lontana | la verità? Si cela | nei baratri più fondi?“

—  Johann Wolfgang von Goethe drammaturgo, poeta, saggista, scrittore, pittore, teologo, filosofo, umanista, scienziato, critico d'arte e critico mus… 1749 - 1832

Dino Campana photo
Elisa photo
Maria Montessori photo
Marsilio Ficino photo
Citát „Andare sulla luna, non è poi così lontano. Il viaggio più lontano è quello all'interno di noi stessi.“
Anaïs Nin photo
Rayden photo

„Mi dirigo verso mondi lontani perché le sbarre anche se d'oro restano tali.“

—  Rayden rapper e beatmaker italiano 1985

da Carceri d'oro, n. 16
In Ogni Dove

Luigi Alamanni photo
Ron photo
Annalena Tonelli photo

„Se Dio mi darà vita devo andare più lontano, dove gli altri non vogliono andare.“

—  Annalena Tonelli missionaria italiana 1943 - 2003

Origine: Citato in Antonio Sicari, Il decimo libro dei ritratti di santi, Editoriale Jaca Book, 2007.

Tommaso Grossi photo
Mark Millar photo
Silvio Berlusconi photo

„Non mi sono mai ubriacato in vita mia, ma mi sa che tra pochi giorni per la prima volta lo farò. Credo che questa volta dobbiamo mettere lo champagne, anzi il prosecco in frigo. E se Monti, Fini e Casini restano fuori dalla Camera mi ubriaco.“

—  Silvio Berlusconi politico e imprenditore italiano 1936

2013
Origine: Dal comizio al Lingotto di Torino; citato in Berlusconi: «Se Monti, Fini e Casini perdono, mi ubriaco» http://www.ilsecoloxix.it/p/speciali/2013/02/18/APuy7NmE-berlusconi_ubriaco_perdono.shtml, il Secolo XIX.it, 18 febbraio 2013.

Jack Kerouac photo
Karl-Heinz Rummenigge photo
Marco Tullio Cicerone photo

„Chi può negare che la prima legge della storia sia non osare di dire nulla di falso e non omettere nulla di vero, affinché non sorga neppure il sospetto che nello scrivere sia intervenuta la simpatia o l'antipatia?“

—  Marco Tullio Cicerone, libro De oratore

II, 15, 62
Nam quis nescit primam esse historiae legem, ne quid falsi dicere audeat? Deinde ne quid veri non audeat? Ne qua suspicio gratiae sit in scribendo? Ne qua simultatis?
De oratore

Argomenti correlati