Frasi di Boris Vian

Boris Vian foto

34   9

Boris Vian

Data di nascita: 10. Marzo 1920
Data di morte: 23. Giugno 1959

Boris Vian è stato uno scrittore, paroliere, drammaturgo, poeta, trombettista e traduttore francese.

È stato anche membro del Collège de Pataphysique nonché dirigente del reparto discografico jazzistico presso Philips.


„La gente non cambia. Sono le cose che cambiano.“ libro La schiuma dei giorni

„C'è il sole nella strada | Amo il sole ma non amo la strada | Allora rimango in casa | Ad aspettare che il mondo venga | Con le sue torri dorate | E con le sue cascate bianche | Con le sue voci di lacrime | E con le canzoni della gente che è allegra [... ].“ da C'è il sole nella strada; 1993


„A me non interessa che tutti gli uomini siano felici, ma che ciascuno lo sia.“ libro La schiuma dei giorni

„È molto meno indecente andare a letto insieme che guardarsi negli occhi.“ inedito; citato in Elena Spagnol, Citazioni

„La fantascienza è una nuova mistica, è la resurrezione della poesia epica: l'uomo e il suo superamento, l'eroe e le sue imprese, la lotta contro l'ignoto.“ da Stèfane Spriel e Boris Vian, Un nuvo genere letterario, la fantascienza, in 'Les Temps Modernes' VII, n. 72, 1951, 618-27; citato in Giuseppe Petronio, Roma-Bari, Gius. Laterza e figli, 118., Letteratura di massa Letteratura di consumo-Guida storica e critica, Laterza, 1979

„Distruggono il mondo | In pezzi | Distruggono il mondo | A colpi di martello | Ma non mi importa | Non mi importa davvero | Ne rimane abbastanza per me | Ne rimane abbastanza | Basta che io ami | Una piuma azzurra | Una pista di sabbia | Un uccello pauroso | Basta che io ami | Un filo d'erba sottile | Una goccia di rigiada | Un grillo di bosco | Possono rompere il mondo | In frantumi | Ne rimane abbastanza per me [... ].“ da Distruggono il mondo; 1993

„Sarebbe meglio guadagnarsi da vivere | Ma la mia vita, ce l'ho, io, la mia vita | Non ho bisogno di guadagnarla | Non è un problema per niente | La sola cosa che rimane | E tutto il resto, i problemi | Ma essi sono tutti già posti | Essi si sono tutti interrogati | Sui minimi argomenti | Allora a me cosa resta [... ].“ da Uno di più; 1993

„Un poeta | È un essere unico | In tanti esemplari | Che pensa solamente in versi | E non scrive che in musica | Su soggetti diversi | Sia rossi che verdi | Ma sempre magnifici.“ da Un poeta; 1993


„Chi c’è di più solo di un eroe?“

„Se il lavoro è l'oppio del popolo, allora non voglio diventare drogato...“

„Questi tizi dovrebbero essere americani? Col cazzo!“

„Dunque, dire idiozie, oggi, quando tutti riflettono profondamente, rimane il solo mezzo per provare la propria libertà e indipendenza di pensiero.“


„Ah! Quanti libri non si scriverebbero affatto se si volessero denunciare le devastazioni causate dalle idiozie assolute.“

„Quello che mi interessa non è la felicità di tutti gli uomini, è quella di ciascuno di loro.“

„A che pro sollevare le montagne quando è così semplice oltrepassarle?“

„Il cagnolino travolto da Agathe Marion che, al solito, guidava senza guardare, aveva i polmoni di un verde strano. Così almeno poté constatare il netturbino la cui agile scopa precipitò la carogna dentro una chiavica. La fognatura poco dopo cominciò a vomitare, e si dovette dirottare la circolazione per alcuni giorni.“

Autori simili