Frasi di Tommaso Campanella

Tommaso Campanella foto

46   5

Tommaso Campanella

Data di nascita: 6. Settembre 1568
Data di morte: 21. Maggio 1639

Tommaso Campanella, al secolo Giovan Domenico Campanella, noto anche con lo pseudonimo di Settimontano Squilla , è stato un filosofo, teologo, poeta e frate domenicano italiano.


„Vero è che molti animali hanno più senso che memoria, e così tra gli uomini […].“ p. 95

„Più naturale è il dominio e la comunità dove il bene è più comune a tutti: e violento è più, dove è manco comune.“


„Le leggi son pochissime, tutte scritte in una tavola di rame alla porta del tempio, cioè nelle colonne, nelle quali ci sono scritte tutte le quiddità delle cose in breve.“ da La città del Sole

„E quanto intendo più, tanto più ignoro.“ da Anima immortale

„[L'istinto è] impulso di natura senziente […].“ p. 42

„Signoreggia per natura chi precede di virtù; serve per natura chi manca di virtù; dove si fa il contrario è dominio violento.“

„D'acquistare e governare e mantenere gli Imperj sono strumenti 1° la lingua, 2° la spada, 3° il tesoro.“ libro Aforismi politici

„[... ] quando noi miriamo i Tartari ed Etiopi, e li sentimo parlar sermoni ignoti, ci paiono più ignoranti, che li nostri cavalli, e di costumi e atti differentissimi dalli umani nostri. Così paion gli altri animali a noi esser senza discorso e favella e giudizio; ma tutti n'hanno chi più e chi meno, come tra noi avviene che molti paion bestie [... ].“ lib. II, cap. 23; p. 104


„Assai sa chi non sa, se sa obbedire.“ da Canzon del sommo bene, oggetto d'amor naturale

„Assai sa chi non sa, se sa almeno obbedire diligentemente.“ libro Poesie filosofiche

„Il polpo per magnarsi la coquiglia spesso dalle conche di quella che si serra viene ad esser offeso nelli piedi, ed egli perché non li possa serrare astutamente gitta una petrella dentro le conche, e quella non può chiuderle, e così la divora; pure con astuzia alle pietre s'appiatta per parer pietra a pesciolini.“ lib. II, cap. 23; pp. 102-103

„L'astuzia del ragno a pigliar le mosche è stupenda; come fabrica la rete, e fa le fila in tirarla; si nasconde in secreto dove le fila finiscono, e incorrendo la mosca alla rete la scote e si communica per il filo al ragno il moto, et esce a pigliarla con mille sillogismi.“ lib. II, cap. 23; p. 103


„Molti animali bramano gli onori, conoscono il disprezzo, e quanto sappiano le scimie argomentar a tutti è noto. L'onor e il disprezzo non si sentono con sensi esteriori, ma sono intelligibili; han dunque intendimento, e Job dice nel gallo esser intelligenza del Sole; e Cristo nelli serpi prudenza pone, e tutti gli animali disciplinabili dota Aristotile di prudenza.“ lib. II, cap. 23; pp. 103-104

„La legge è il consenso di tutti scritto e promulgato per il ben comune.“ libro Aforismi politici

„Il dominio naturale ha la Comunità naturale; il violento, violenta.“

„Nessuno domina a sé solo, e a pena un solo ad un altro solo signoreggia. Il dominio dunque richiede unità di molti insieme, che si dice Comunità.“

Autori simili