Frasi di Erasmo da Rotterdam

Erasmo da Rotterdam foto

61   64

Erasmo da Rotterdam

Data di nascita: 6. Novembre 1469
Data di morte: 22. Luglio 1536
Altri nomi: Gerrit Gerritszoon, Erazmus Rotterdamský

Erasmo da Rotterdam, pseudonimo: Desiderius Erasmus Roterodamus , è stato un teologo, umanista e filosofo olandese.

Firmò i suoi scritti con lo pseudonimo di Desiderius Erasmus. La sua opera più conosciuta è l'Elogio della follia. È considerato il maggiore esponente del movimento dell'Umanesimo cristiano.


„Pochissimi dei matrimoni già stretti potrebbero durare se tutti i passi fuori strada delle mogli non restassero celati per la cecità o la stupidità dei mariti.“

„La vergogna, l'infamia, il disonore, le offese, nocciono nella misura in cui fanno soffrire. Per chi non se la prende, non sono neppure un male. Che t'importa se tutti ti fischiano, se tu ti applaudi? Che questo ti sia possibile lo devi alla sola Follia.“ libro Elogio della follia


„Eppure, ve lo assicura la Follia in persona, uno è tanto più felice quanto più la sua Follia è multiforme.“ libro Elogio della follia

„Le idee migliori non vengono dalla ragione, ma da una lucida, visionaria follia.“

„È il punto principale della felicità che un uomo voglia essere ciò che è.“

„La Fortuna ama le persone non troppo sensate; ama gli audaci e quelli che non hanno paura di dire "Il dado è tratto".“ libro Elogio della follia

„È... molto più onesto essere nudi... che indossare abiti trasparenti.“ libro I colloqui

„Questa vita terrena, del resto, vi sembra da chiamar vita, se le si toglie il piacere.“ RCS 1996, p. 62


„Cane non mangia cane; i feroci leoni non si fanno la guerra, il serpente non aggredisce il suo simile; vi è pace tra le bestie velenose. Ma per l'uomo non c'è bestia più pericolosa dell'uomo.“

„In ogni attività la passione toglie gran parte della difficoltà.“

„Il reciproco amore fra chi apprende e chi insegna è il primo e più importante gradino verso la conoscenza.“ da La puerpera

„Mi dicano però, per Giove, c'è forse una qualche parte della vita che non sia cupa, tetra, fastidiosa, senza grazia, senza spirito se non le si sarà aggiunto il condimento della follia, il piacere?“ RCS 1996, p. 63


„L'unico fatto certo è che senza il condimento della follia non può esistere piacere alcuno.“

„Tutta la vita umana non è se non una commedia, in cui ognuno recita con una maschera diversa, e continua nella parte, finché il gran direttore di scena gli fa lasciare il palcoscenico.“

„Spesso anche un pazzo parla a proposito.“

„La fortuna ama le persone non troppo sensate.“

Autori simili