„Comprendiamo bene come Wikipedia rappresenti un sogno illuminista di descrivere il mondo, che però si scontra con le difficoltà di accreditarsi come compendio di sapere credibile, mantenendo nel contempo anonimato, flessibilità e continua apertura a nuovi collaboratori. Nello stesso tempo questa «utopia» rovescia il sogno dell'enciclopedia tradizionale, intesa come costruzione autorevole, organica e integrata del sapere. Infatti Wikipedia è come un organismo vivente: cresce (al ritmo dei 7% ogni mese), si «ammala», è sottoposta a composizioni e scomposizioni interne, ad accrescimenti e riduzioni continue. Ma soprattutto Wikipedia nasconde un'altra utopia, a suo modo, ambigua: la democrazia assoluta del sapere e la collaborazione delle intelligenze molteplici che dà vita a una sorta di intelligenza collettiva. Questa utopia potrebbe nascondere una nuova forma di «torre di Babele», che ha il suo tallone di Achille non solo nell'inaffidabilità, ma anche nel relativismo. […] Le sue «utopie» nascono, radicalizzandole, dalle esigenze profonde della conoscenza umana, che i wíki, in generale, aiutano a trasformare in progetti concreti: il conoscere inteso come un processo dinamico, aperto a tutti, e frutto non solo di un impegno individuale, ma anche di una profonda collaborazione e di un intenso confronto tra menti disposte a condividere abilità e intelligenza. Questa potenzialità deve però confrontarsi con limiti strutturali invalicabili che si possono riassumere nella mancanza di certa autorevolezza e di un'esposizione continua al vandalismo, che rischia di vanificare gli sforzi positivi.“

da Wiki, utopie e limiti di una forma di «intelligenza collettiva», in La Civiltà cattolica, anno 2005 n. III

Estratto da Wikiquote. Ultimo aggiornamento 21 Maggio 2020. Storia

Citazioni simili

Cesare Pavese photo
Federico Rampini photo
Ernst Jünger photo
Emil Cioran photo
Roberto Saviano photo

„Wikipedia […] è una delle realtà culturali più dinamiche, una piattaforma che serve un numero sempre crescente di utenti e che è divenuto uno strumento indispensabile per rendere accessibile il sapere soprattutto ai giovani.“

—  Roberto Saviano giornalista, scrittore e saggista italiano 1979

Origine: Da Chiedo scusa a Milano ma non sono un uomo libero http://www.repubblica.it/2008/11/sezioni/spettacoli_e_cultura/saviano-rushdie/saviano-scuse/saviano-scuse.html, Repubblica.it, 6 febbraio 2009.

Alberto Savinio photo

„L'utopia non fa se non rendere concreto e plastico, l'anelito antichissimo e diffuso a una vita migliore.“

—  Alberto Savinio scrittore, pittore e compositore italiano 1891 - 1952

dall'Introduzione a Tommaso Campanella, La città del Sole

Jimmy Wales photo

„[Wikipedia è] Come una salsiccia: è possibile che ti piaccia il gusto, ma non devi necessariamente sapere come è fatta.“

—  Jimmy Wales imprenditore e fondatore di Wikipedia 1966

da Who knows? http://www.guardian.co.uk/g2/story/0,,1335837,00.html, The Guardian, 26 ottobre 2004

Nikolaj Aleksandrovič Berdjaev photo
Georges Eugène Sorel photo

„La storia della democrazia ci offre una curiosissima combinazione di utopie e miti.“

—  Georges Eugène Sorel filosofo, sociologo e ingegnere francese 1847 - 1922

da Riflessioni sulla violenza, 1908

Henry Jenkins photo
Giancarlo Buzzi photo

„Le utopie non si devono realizzare; quando le utopie si realizzano, diventano delle cose atroci.“

—  Giancarlo Buzzi scrittore e traduttore italiano 1929 - 2015

Origine: Intervista al Salone del Libro di Torino, 13 maggio 2012.

„Wikipedia fonda il suo sogno su un altro sogno: il senso di responsabilità di una comunità scientifica. E ai sogni, ogni tanto, bisogna crederci.“

—  Aldo Grasso giornalista, critico televisivo e docente italiano 1948

Origine: Da Wikipedia, un sogno a cui bisogna credere http://www.corriere.it/spettacoli/10_aprile_25/wikipedia-un-sogno-a-cui-bisogna-credere-aldo-grasso_e211e69a-5040-11df-a78b-00144f02aabe.shtml, Corriere.it, 25 aprile 2010.

Oscar Wilde photo
Richard Matheson photo
Gino Strada photo
Florence Devouard photo
Peter Schneider photo

„La dottrina del socialismo non è una scienza ma un'utopia.“

—  Peter Schneider scrittore tedesco 1940

Origine: Dopo il muro, p. 73

Marc Augé photo

Argomenti correlati