„Ogni volta che muore qualcuno che abbiamo conosciuto ed amato ritornano tutti i soliti confusi pensieri sulla morte, il mistero che incombe su tutti i nostri atti, pensieri, cose. Grandioso, solenne, terribile e semplicissimo episodio della natura che ci rilancia nell'infinito sconosciuto e inconoscibile. Ma non provo terrore. Sono stato due volte in rischio serio di morire e non ho avuto paura. Solo uno struggimento, una commozione al pensiero di non vedere fisicamente le persone, i luoghi, le cose care. La cosa più dura è la fine della percezione fisica, il grande distacco dai sensi: ma l'infinito ci attira, ci risucchia, ci avvolge, ci fa rinascere.“

Pubblicità

Citazioni simili

Enzo Paci photo
Pubblicità
Nikolaj Gavrilovič Černyševskij photo
Scipione Maffei photo
Andrea Camilleri photo

„E' il pensiero della morte che aiuta a vivere.“

—  Andrea Camilleri scrittore, sceneggiatore e regista italiano 1925
libro La paura di Montalbano

Marco Aurelio photo
William Blake photo

„Se si pulissero le porte della percezione, ogni cosa apparirebbe all'uomo come essa veramente è, infinita.“

—  William Blake poeta, incisore e pittore inglese 1757 - 1827
da Memorabile apparizione, 2000

Pubblicità
Hermann Hesse photo
Vaclav Fomič Nižinskij photo
Isacco di Ninive photo
Clive Staples Lewis photo
Pubblicità
Umberto Saba photo
Lucio Anneo Seneca photo

„Non temiamo la morte, ma il pensiero della morte.“

—  Lucio Anneo Seneca filosofo, poeta, politico e drammaturgo romano -4 - 65 a.C.
30, 17

Sri Aurobindo photo
Valerio Massimo Manfredi photo
Avanti