Frasi su stato

Una raccolta di frasi e citazioni sul tema stato.

Argomenti correlati

Un totale di 7975 frasi, il filtro:


Enver Hoxha photo
Umberto Veronesi photo
Denis Mack Smith photo
Eros Ramazzotti photo

„Le donne sono belle. Belle e impossibili. Fino a vent'anni sono stato un po' frenato e un po' timido, il mio sesso era la musica.“

—  Eros Ramazzotti cantautore italiano 1963

dall'intervista di Mirella Venegoni, Eros fa La cosa giusta, La Stampa, 1° aprile 1993, p. 23

Johann Wolfgang von Goethe photo
Victorine Le Dieu photo
Jacques Maritain photo

„Nulla è perduto di ciò che è stato fatto, tutto è canto e poesia.“

—  Jacques Maritain religioso, filosofo 1882 - 1973

da Le cose del cielo. Riflessioni sulla vita eterna

Citát „E se diventi farfalla nessuno pensa più a ciò che è stato quando strisciavi per terra e non volevi le ali.“
Alda Merini photo
Valentino Rossi photo

„Senna è stato un'ispirazione e, anche se sono passati 20 anni, il suo spirito sopravvive in tutti i piloti da corsa.“

—  Valentino Rossi pilota motociclistico italiano 1979

Origine: Citato in Rossi: «Senna, il suo spirito è vivo in tutti i piloti» http://www.tuttosport.com/motori/news/2014/05/01-293215/Rossi%3A+%C2%ABSenna,+il+suo+spirito+%C3%A8+vivo+in+tutti+i+piloti%C2%BB Tuttosport.com, 1º maggio 2014.

Pablo Neruda photo

Help us translate English quotes

Discover interesting quotes and translate them.

Start translating
Luis Sepúlveda photo
Eugenio Montale photo
J-Ax photo
Oscar Wilde photo
Paulo Coelho photo
Giorgio Manganelli photo

„Un uomo è convinto di essere morto. Dice ai familiari: «Sono morto» e i familiari lo mandano da uno specialista. Subito tra medico e paziente incomincia un'accanita discussione. Il medico fa appello ai sentimenti dell'uomo verso la vita, verso la famiglia. Poi prova a farlo ragionare, dimostrandogli l'intrinseca contraddizione di una frase come «Sono morto»: i morti non sono in grado di dire che sono morti, perché è appunto in questo che consiste l'essere morti. Alla fine il medico ricorre all'evidenza dei sensi. Domanda all'uomo: «I morti sanguinano?». «Certo che no» risponde l'uomo, spazientito dall'ottusa dabbenaggine della mente dei medici. «Lo sanno tutti che i morti non sanguinano». Al che il medico gli punge un dito. Ne esce una goccia di sangue. «Ma guarda un po', chi l'avrebbe mai detto» esclama l'uomo. «I morti sanguinano, eccome». Incorreggibile. Le percezioni e i ragionamenti confermano, anziché contraddirla, l'idea di essere morto. Il sentimento, la ragione e i dati di fatto collaborano alla costruzione di un sistema di difese volte a spiegare l'esperienza primaria, un'esperienza primaria che è uno stato di conoscenza, una realtà noetica dentro la quale il paziente è fissato e che conferisce significato a tutti gli altri eventi. «L'ambiente offre un mondo di nuovi significati. Tutta l'attività di pensiero è pensiero intorno ai significati … Si ha una conoscenza diretta e intrusiva del significato e questa appunto, in se stessa, è l'esperienza delirante.»“

—  James Hillman psicoanalista, saggista e filosofo statunitense 1926 - 2011

La paranoia è un disturbo del significato.

Novalis photo

„Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Etiam egestas wisi a erat. Morbi imperdiet, mauris ac auctor dictum.“