„Tardi ti amai, bellezza cosí antica e cosí nuova, tardi ti amai. Sí, perché tu eri dentro di me e io fuori. Lí ti cercavo. Deforme, mi gettavo sulle belle forme delle tue creature. Eri con me, e non ero con te. Mi tenevano lontano da te le tue creature, inesistenti se non esistessero in te. Mi chiamasti, e il tuo grido sfondò la mia sordità; balenasti, e il tuo splendore dissipò la mia cecità; diffondesti la tua fragranza, e respirai e anelo verso di te, gustai e ho fame e sete; mi toccasti, e arsi di desiderio della tua pace.“

—  Agostino d'Ippona, 27, 38
Agostino d'Ippona photo
Agostino d'Ippona65
filosofo, vescovo, teologo e santo berbero con cittadinanza… 354 - 430
Pubblicità

Citazioni simili

Giacomo Leopardi photo
Ronald Laing photo
Pubblicità
Anthony de Mello photo
Franco Battiato photo
Henry De Montherlant photo
Gigi D'Agostino photo
George Gordon Byron photo
Nazım Hikmet photo
Haruki Murakami photo
Tiziano Ferro photo
Claudio Baglioni photo
Cristoforo Poggiali photo
Guido Gozzano photo
Eros Ramazzotti photo
 Nek photo

„Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Etiam egestas wisi a erat. Morbi imperdiet, mauris ac auctor dictum.“