„Tutto sarebbe perduto se lo stesso uomo, o lo stesso corpo di maggiorenti, o di nobili, o di popolo, esercitasse questi tre poteri: quello di fare le leggi, quello di eseguire le decisioni pubbliche, e quello di giudicare i delitti o le controversie dei privati.“

libro XI, cap. VI
Il potere legislativo verrà affidato e al corpo dei nobili e al corpo che sarà scelto per rappresentare il popolo, ciascuno dei quali avrà le proprie assemblee e le proprie deliberazioni a parte, e vedute e interessi distinti. Dei tre poteri di cui abbiamo parlato, quello giudiziario è in qualche senso nullo. Non ne restano che due; e siccome hanno bisogno di un potere regolatore per temperarli, la parte del corpo legislativo composta di nobili è adattissima a produrre questo effetto.
La puissance législative sera confiée, et au corps des nobles, et au corps qui sera choisi pour représenter le peuple, qui auront chacun leurs assemblées et leurs délibérations à part, et des vues et des intérêts séparés. Des trois puissances dont nous avons parlé, celle de juger est en quelque façon nulle. Il n'en reste que deux; et comme elles ont besoin d'une puissance réglante pour les tempérer, la partie du corps législatif qui est composée de nobles est très propre à produire cet effet. (libro XI, cap. VI)
Lo spirito delle leggi

Estratto da Wikiquote. Ultimo aggiornamento 23 Febbraio 2021. Storia

Citazioni simili

Baruch Spinoza photo
Cesare Beccaria photo
Gabriel García Márquez photo
Oscar Luigi Scalfaro photo
Madre Teresa di Calcutta photo
Alexis De Tocqueville photo
Noam Chomsky photo
Questa traduzione è in attesa di revisione. È corretto?
Bob Marley photo
Bruce Lee photo

„Eseguire il good morning con del peso aggiuntivo fu una mia stupidaggine. Tutto quello di cui si ha bisogno è la sbarra stessa.“

—  Bruce Lee attore, artista marziale e filosofo statunitense 1940 - 1973

Bruce Lee che si riferisce al suo infortunio alla schiena, p. 97
La perfezione del corpo

Piero Calamandrei photo
Roger Federer photo
Matteo Maria Boiardo photo

„Perduto è sol chi se stesso abandona.“

—  Matteo Maria Boiardo poeta e letterato italiano 1441 - 1494

Origine: Da Pastorale 1, v. 99; in Le poesie volgari e latine di Matteo Maria Boiardo http://www.archive.org/details/lepoesievolgarie00boiauoft, a cura di Angelo Solerti, Romagnoli-dall'Acqua, Bologna, 1894, p. 264.

Beppe Fenoglio photo
Norberto Bobbio photo
Claudio Velardi photo
Mario Giordano photo
Georges Marie Martin Cottier photo
Walt Whitman photo

Argomenti correlati