Frasi di Francesco Algarotti

Francesco Algarotti foto

37   0

Francesco Algarotti

Data di nascita: 11. Dicembre 1712
Data di morte: 3. Maggio 1764

Il Conte Francesco Algarotti è stato uno scrittore, saggista e collezionista d'arte italiano che ha costituito un modello di spirito illuminista, quantomai moderno e innovatore nell'epoca in cui visse.


„Ad ogni poeta mediocre vengono talvolta fatti alcuni buoni versi.“

„Buona parte della felicità nostra sta nella distrazione da noi medesimi.“


„Gli epigrammisti in poesia sono come i fioristi in pittura.“

„Col proprio naturale convien fare come col cavallo che hai sotto, dare e togliere, secondarlo e correggerlo.“ libro Sopra materie filosofiche e filologiche

„La facilità grandissima che hanno gl'Italiani ad apprender la lingua spagnuola è cagione che non la sanno.“ libro Sopra materie filosofiche e filologiche

„I filosofi non sono meno fastidiosi, e niente meno da temere dei gelosi; con quel loro volere guardare le cose tanto per sottile, gli uni cercano di distruggere la virtù, e gli altri la bellezza.“ libro Sopra materie filosofiche e filologiche

„L'uomo non pensa mai all'avvenire, se non quando gli dà noja il presente.“ libro Sopra materie filosofiche e filologiche

„La critica è venefica e benefica.“ libro Sopra materie filosofiche e filologiche


„La ignoranza dell'uno è la misura della scienza dell'altro.“ libro Sopra materie filosofiche e filologiche

„Molti vanno a Parigi, ma pochi ci sono stati.“

„La ignoranza dell'uno è la misura della scienza dell'altro.“

„Sotto alle più belle azioni ci è la vanità, come sotto a' più bei ricami ci è lo spago.“


„Quel poeta che non saprà che la lingua volgare non sarà che un poeta volgare.“

„La Critica è venefica, e benefica.“

„La Donna non pone tanto studio nel vestirsi se non perché l'uomo viemeglio desideri di vederla spogliata.“

„La falsa letteratura è peggiore assai dell'ignoranza. Meglio è non si muover di luogo che far cammino e aver smarrito la via.“

Autori simili