Frasi di Vasco Pratolini

Vasco Pratolini foto
14  0

Vasco Pratolini

Data di nascita: 19. Ottobre 1913
Data di morte: 12. Gennaio 1991

Pubblicità

Vasco Pratolini è stato uno scrittore italiano.

Autori simili

Marco Missiroli1
scrittore italiano
Tom Antongini4
scrittore
Stefano Bartezzaghi foto
Stefano Bartezzaghi2
giornalista e scrittore italiano
Eros Drusiani foto
Eros Drusiani197
cabarettista e scrittore italiano
Flavio Pagano foto
Flavio Pagano3
scrittore e giornalista italiano
Francesco Piccolo6
scrittore e sceneggiatore italiano
Danilo Pennone1
scrittore e compositore italiano
Vittorino Andreoli foto
Vittorino Andreoli48
psichiatra e scrittore italiano

Frasi Vasco Pratolini

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

„Napoli fu per Metello il Rettifilo, via Toledo, piazza Plebiscito, e via Sergente Maggiore, via de' Fiorentini, quando gli sembrava di non aver altro da fare e si voleva prendere una distrazione. Non soltanto la mancanza di denaro, ma la divisa un poco lo umiliava; e dové adattarsi a quelle domestiche della Villa comunale, seppure non erano, per lui che aveva avuto Viola, proprio il suo tipo. Col tempo fece ghega insieme a un livornese, uno di Cascina, un fiorentino di Porta Romana: Mascherini, che negli anni dipoi non seppe mai dove fosse finito. Leoni, quello di Cascina, riceveva denaro, suo padre era mobiliere, ed egli era tirato ma finiva per offrire. Fu un sodalizio che durò a lungo: si frequentarono le bettole di Forcella, del Vasto e del Pendino, rioni che chiamano sezioni, come chi dicesse Sezione San Niccolò o Madonnone. Ebbero a che fare con la gente, per quei vicoli traversi o tutti in salita, dove la miseria e la spocizia erano pari all'animazione che vi si trovava. Entrarono, piuttosto che in via Sergente Maggiore, in alcuni bassi, dietro una sottana: ragazze tutte more di capelli, dai volti appassiti e i grossi seni. I bambini giocavano al di là della tenda. Non ci si toglieva nemmeno le mollettiere. Poi magari si restava a cena con tutta la famiglia, si diventava amici, ci tenevano in conto di figlioli: era gente come noi, come il livornese che non viveva meglio dietro la Darsena, come Mascherini che aveva il babbo fiaccherajo. E un po' ci si vergognava. Si vuotavano le tasche dell'ultimo soldino, come per farci perdonare. Cose trapassate nella memoria, viste e vissute da dentro la campana.“

— Vasco Pratolini

Anniversari di oggi
Muhammad Ali foto
Muhammad Ali12
pugile statunitense 1942 - 2016
Anton Pavlovič Čechov foto
Anton Pavlovič Čechov48
scrittore, drammaturgo e medico russo 1860 - 1904
Antonio Abate foto
Antonio Abate11
251 - 357
Bobby Fischer foto
Bobby Fischer8
scacchista statunitense 1943 - 2008
Altri 85 anniversari oggi
Autori simili
Marco Missiroli1
scrittore italiano
Tom Antongini4
scrittore
Stefano Bartezzaghi foto
Stefano Bartezzaghi2
giornalista e scrittore italiano
Eros Drusiani foto
Eros Drusiani197
cabarettista e scrittore italiano