„La religione era una bugia che aveva riconosciuto presto nella vita, e trovava offensive tutte le religioni, considerava insensato e puerile il loro superstizioso bla-bla e non poteva soffrire l’assoluto infantilismo di tutto ciò: i discorsi da bambini e la rettitudine e le pecore, gli avidi credenti. Niente abracadabra su Dio e sulla morte, né obsolete fantasie sul paradiso, per lui. Esisteva solo il nostro corpo, venuto al mondo per vivere e morire alle condizioni decise dai corpi vissuti e morti prima di noi. Se si fosse potuto dire che aveva individuato una nicchia filosofica in cui collocarsi, eccola: l’aveva trovata presto e intuitivamente, e per quanto elementare, era tutta lí. Se avesse mai scritto un’autobiografia, l’avrebbe intitolata Vita e morte di un corpo maschile.“

—  Philip Roth, libro Everyman

Everyman

Ultimo aggiornamento 14 Dicembre 2020. Storia

Citazioni simili

Marguerite Duras photo
Guillermo Arriaga photo
Michel Onfray photo
Michel Onfray photo
Lucio Anneo Seneca photo
Raymond Radiguet photo
Reza Ciro Pahlavi photo
Patrizia Valduga photo
Khalil Gibran photo
Fernando Pessoa photo
Giacomo Leopardi photo
Edward Morgan Forster photo
Sándor Márai photo
Italo Calvino photo
Adrienne von Speyr photo
Marilyn Monroe photo
Enzo Bianchi photo

Argomenti correlati