„M'accingevo a dare più minuti particolari, quando il padrone m'ingiunse di tacere. "Chiunque conosce" egli disse "l'indole degli yahoo può agevolmente capire che un animale così abietto diventi capace di commettere tutte le orribili azioni da voi menzionate, sol che forza ed accortezza eguaglino la tristizia. Poiché il vostro discorso ha fatto aumentare il mio aborrimento per l'intera razza yahoo, provo, a sentirvi parlare, un turbamento mentale affatto nuovo. Non è escluso che col tempo le mie orecchie si abituino alle parole detestabili che vi escono dalla bocca, e imparino poco per volta ad accoglierle con minore ripugnanza. Odio, sì, gli yahoo di questo paese, ma non li biasimo per i loro abominevoli difetti più di un gnnayh (uccello rapace) per la sua crudeltà, o d'una pietra acuminata per la sua qualità di ferirmi lo zoccolo. Ma quando un essere che si vanta ragionevole può essere capace di tutte le atrocità cui avete accennato, comincio allora a temere che la ragione male adoperata sia qualche cosa di peggio della stessa naturale bestialità. Voglio, dunque, credere che voi siate dotati, non già di ragione, ma d'una facoltà l'atta ad accrescere i vostri difetti naturali; quale un torbido ruscello che riflette l'immagine d'un corpo deforme, non soltanto ingrandita, ma più stravolta che mai".“

— Jonathan Swift, da Opere, traduzione di Masolino d'Amico, Mondadori, Milano, 1983

Pubblicità

Citazioni simili

Zenone di Cizio foto
Pier Paolo Pasolini foto
Pubblicità
Lewis Carroll foto
Max Pezzali foto
Amélie Nothomb foto
 Epitteto foto
Andy Warhol foto
Brian Clough foto

„Ne parliamo per 20 minuti e poi decidiamo che io avevo ragione.“

— Brian Clough calciatore e allenatore di calcio inglese 1935 - 2004

Pubblicità
Zygmunt Bauman foto
Carl Gustav Jung foto
Etty Hillesum foto
Pietro Metastasio foto
Pubblicità
Immanuel Kant foto
Baltasar Gracián foto
Valerio Pocar foto
Philip Roth foto
Avanti