„Ora tirano dalla strada, dal campanile e dalle case più lontane. Gli sono addosso, non gli lasciano scampo. Di Nanni toglie di tasca l'ultima cartuccia, la innesta nel caricatore e arma il carrello. Il modo migliore di finirla sarebbe di appoggiare la canna del mitra sotto il mento, tirando il grilletto poi con il pollice. Forse a Di Nanni sembra una cosa ridicola; da ufficiale di carriera. E mentre attorno continuano a sparare, si rovescia di nuovo sul ventre, punta il mitra al campanile e attende, al riparo dei colpi. Quando viene il momento mira con cura, come fosse a una gara di tiro. L'ultimo fascista cade fulminato col colpo. Adesso non c'è più niente da fare: allora Di Nanni afferra le sbarre della ringhiera e con uno sforzo disperato si leva in piedi aspettando la raffica. Gli spari invece cessano sul tetto, nella strada, dalle finestre delle case, si vedono apparire uno alla volta fascisti e tedeschi. Guardano il gappista che li aveva decimati e messi in fuga. Incerti e sconcertati, guardano il ragazzo coperto di sangue che li ha battuti. E non sparano. È in quell'attimo che Di Nanni si appoggia in avanti, premendo il ventre alla ringhiera e saluta col pugno alzato. Poi si getta di schianto con le braccia aperte nella strada stretta, piena di silenzio.“

—  Giovanni Pesce, cap. VI, Morte e Trasfigurazione, pp. 144-145
Pubblicità

Citazioni simili

Pasquale Squitieri photo
Maurizio Nichetti photo
Pubblicità
 Fiorello photo
Cecelia Ahern photo
Francesco Guccini photo

„Le strade sono aperte ed il momento viene sempre.“

—  Francesco Guccini cantautore italiano 1940
da Canzone delle ragazze che se ne vanno

Fernanda Pivano photo
Pubblicità
Claudio Lolli photo
Sandro Pertini photo
Umberto Bossi photo

„Noi i fascisti li teniamo sotto tiro con il Winchester.“

—  Umberto Bossi politico italiano 1941
da Il Mattino,8 aprile 2008

Adriano De Zan photo

„Non c'è niente da fare... quando la strada si rizza sotto i pedali Pantani è il più forte.“

—  Adriano De Zan giornalista, conduttore radiofonico e conduttore televisivo italiano 1932 - 2001
citato in I miti del ciclismo, Rai Trade – Gazzetta dello sport

Pubblicità
Arthur Rimbaud photo
Edmondo De Amicis photo
Bobby Sands photo