„Proprio in quel tempo Drogo si accorse come gli uomini, per quanto possano volersi bene, rimangono sempre lontani; che se uno soffre il dolore è completamente suo, nessun altro può prenderne su di sé una minima parte; che se uno soffre, gli altri per questo non sentono male, anche se l'amore è grande, e questo provoca la solitudine della vita.“

The Tartar Steppe
Il deserto dei Tartari
Variante: Difficile è credere in una cosa quando si è soli, e non se ne può parlare con alcuno. Proprio in quel tempo Drogo si accorse come gli uomini, per quanto possano volersi bene, rimangono sempre lontani; che se uno soffre il dolore è completamente suo, nessun altro può prenderne su di sé una minima parte; che se uno soffre, gli altri per questo non sentono male, anche se l'amore è grande, e questo provoca la solitudine della vita.

Estratto da Wikiquote. Ultimo aggiornamento 13 Gennaio 2022. Storia

Citazioni simili

Pier Vittorio Tondelli photo
Gioacchino Alfano photo
Marilyn Monroe photo
Tito Lívio photo

„Gli uomini sentono più lentamente il bene, che non il male.“

—  Tito Lívio, libro Ab Urbe condita libri

XXX, 21; 2006
Segnius homines bona quam mala sentiunt.
Ab urbe condita, Libro XXI – Libro XXX

Friedrich Hölderlin photo

„Chi soffre un male estremo il male gli si addice.“

—  Friedrich Hölderlin, libro Iperione

Origine: Iperione, p. 127

Paolo Curtaz photo
Cesare Pavese photo
Cesare Pavese photo
Eugenio Finardi photo
Raniero Cantalamessa photo

„Dio soffre con noi, non si limita a guardare da lontano noi che soffriamo.“

—  Raniero Cantalamessa presbitero, teologo e predicatore italiano 1934

Gettate le reti

Curzio Malaparte photo
Luigi Pirandello photo
Pëtr Alekseevič Kropotkin photo
Adrienne von Speyr photo
Friedrich Nietzsche photo

„Quel che si fa per amore, è sempre al di là del bene e del male.“

—  Friedrich Nietzsche filosofo, poeta, saggista, compositore e filologo tedesco 1844 - 1900

153; 2007

Niccolò Tommaseo photo

„Io vivo una vita così solitaria, e la mia solitudine m'è sì dolce, che non cerco né soffro distrazioni.“

—  Niccolò Tommaseo scrittore italiano 1802 - 1874

da una lettera del 20 dicembre 1820; citato in Giovanni Gambarin, Ateneo veneto, vol. 129, n.° 1-3, 1942, p. 9 http://www.archive.org/stream/ateneoveneto129veneuoft#page/8/mode/2up

Mike Oldfield photo
Alessandro Manzoni photo
Iginio Ugo Tarchetti photo

Argomenti correlati