„Si pensa soltanto a conservare il proprio bambino: non è sufficiente; occorre insegnargli a conservarsi da sé quando sarà adulto, a sopportare le percosse del destino, a sfidare l'opulenza e la miseria, a vivere, se necessario, tra i ghiacci dell'Islanda o tra le rocce infocate di Malta. Usate pure ogni possibile precauzione perché non muoia: dovrà ben morire una volta; e quand'anche la sua morte non fosse effetto delle troppe attenzioni, queste sarebbero pur sempre inopportune. Non importa tanto impedirgli di morire, quanto farlo vivere. E vivere non è respirare: è agire, è fare uso degli organi, dei sensi, delle facoltà, di tutte quelle parti di noi stessi per cui abbiamo il sentimento di esistere.“

1994, pp. 71-72
Emilio o dell'educazione, Libro primo

Ultimo aggiornamento 27 Maggio 2020. Storia
Jean Jacques Rousseau photo
Jean Jacques Rousseau77
filosofo, scrittore e musicista svizzero di lingua francese 1712 - 1778

Citazioni simili

Jean Jacques Rousseau photo
Questa traduzione è in attesa di revisione. È corretto?
Jimi Hendrix photo
Michel Onfray photo
Milan Kundera photo
Fernando Pessoa photo

„È meglio morire per vivere che vivere per morire.“

—  Eros Drusiani cabarettista e scrittore italiano 1954

Fëdor Dostoevskij photo
Questa traduzione è in attesa di revisione. È corretto?
Hunter Stockton Thompson photo

„Troppo strano per vivere troppo raro per morire!“

—  Hunter Stockton Thompson giornalista e scrittore statunitense 1937 - 2005

Euripide photo
Sándor Márai photo
Stephen King photo
Patch Adams photo
Franco Califano photo

„È cosa ben triste essere contemporaneamente troppo giovani per morire e troppo vecchi per vivere.“

—  Jacques Deval commediografo, regista e scrittore francese 1890 - 1972

Taccuino di un autore drammatico

Socrate photo

„Chissà se ciò che è chiamato morire è vivere, oppure se vivere è morire.“

—  Socrate filosofo ateniese -470 - -399 a.C.

citando Euripide
Platone, Gorgia

Euripide photo

„Chissà se ciò che è chiamato morire è vivere, oppure se vivere è morire.“

—  Euripide tragediografo ateniese -480 - -406 a.C.

da Polido
Platone, Gorgia

Argomenti correlati