Frasi su sentimento

Una raccolta di frasi e citazioni sul tema sentimento.

Argomenti correlati

Un totale di 1627 frasi, il filtro:


Reinhold Messner photo
Anaïs Nin photo
Paolo Crepet photo
Citát „Io ci sarò | ad alzare il vento | pensaci bene e poi fai posto al sentimento.“
Pino Daniele photo

„Io ci sarò | ad alzare il vento | pensaci bene e poi fai posto al sentimento.“

—  Pino Daniele cantautore e musicista italiano 1955 - 2015

da Io ci sarò, n. 5
Musicante

Arturo Vidal photo

„[…] la paura non è un sentimento che puoi avere quando giochi con la maglia della Juventus.“

—  Arturo Vidal calciatore cileno 1987

Origine: Dall'intervista di Stefano Pasquino, [//www.tuttosport.com/calcio/serie_a/juventus/2012/09/25-214874/Vidal%3A+%26%23171%3BNon+ho+mai+avuto+paura+di+perdere%26%23187%3B Vidal: «Non ho mai avuto paura di perdere»], TuttoSport.com, 25 settembre 2012.

Eminem photo
Susanna Tamaro photo
Philip Roth photo
Philip Roth photo

Help us translate English quotes

Discover interesting quotes and translate them.

Start translating
Marcel Proust photo
Gustave Flaubert photo
Che Guevara photo
André Louf photo
Yukio Mishima photo
Eve Ensler photo
Piero Calamandrei photo

„Ricordate le parole immortali di Socrate nel carcere di Atene? Parla delle leggi come di persone vive, come di persone di conoscenza. «le nostre leggi, sono le nostre leggi che parlano». Perché le leggi della città possano parlare alle nostre coscienze, bisogna che siano come quelle di Socrate, le «nostre» leggi. Nelle più perfette democrazie europee, in Inghilterra, in Svizzera, in Scandinavia, il popolo rispetta le leggi perché ne è partecipe e fiero; ogni cittadino le osserva perché sa che tutti le osservano: non c'è una doppia interpretazione della legge, una per i ricchi e una per i poveri! Ma questa è, appunto, la maledizione secolare che grava sull'Italia: il popolo non ha fiducia nelle leggi perché non è convinto che queste siano le sue leggi. Ha sempre sentito lo Stato come un nemico. Lo Stato rappresenta agli occhi della povera gente la dominazione. Può cambiare il signore che domina, ma la signoria resta: dello straniero, della nobiltà, dei grandi capitalisti, della burocrazia. Finora lo Stato non è mai apparso alla povera gente come lo Stato del popolo. Da secoli i poveri hanno il sentimento che le leggi siano per loro una beffa dei ricchi: hanno della legalità e della giustizia un'idea terrificante, come di un mostruoso meccanismo ostile fatto per schiacciarli, come di un labirinto di tranelli burocratici predisposti per gabbare il povero e per soffocare sotto le carte incomprensibili tutti i suoi giusti reclami.“

—  Piero Calamandrei politico italiano 1889 - 1956

Citazioni tratte da articoli de Il Ponte, Giugno 1951

„Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Etiam egestas wisi a erat. Morbi imperdiet, mauris ac auctor dictum.“