Frasi di Sandrone Dazieri

Sandrone Dazieri foto

31   15

Sandrone Dazieri

Data di nascita: 4. Novembre 1964

Sandrone Dazieri, all'anagrafe Sandro Dazieri , è uno scrittore e sceneggiatore italiano.

Frasi Sandrone Dazieri


„Milano non piace quasi a nessuno di quelli che ci vivono. Non amano il ritmo che li spinge sempre di corsa. Hanno problemi di stomaco per i panini alla piastra e i piattini di verdura. Non sopportano la puzza di piscio dei sottopassaggi, l'odore del vomito dei tossici, il lastricato di preservativi nelle viuzze, la moquette di cacche di cane. Sognano il verde e trovano solo qualche albero morente e i parchi strapieni di polizia pronta a dirti che non sta bene sedersi sulla poca erba a farti i cavoli tuoi. Sono disorientati dalla mancanza di punti di ritrovo, dalle poche piazze senza panchine, dagli stili architettonici accrocchiati, dalle case a forma di cubo, di ananas, di pigna, di finto rococò e finto gotico. Non capiscono che Milano non è una città, ma un grumo di lava che ha subito tutte le Furie. Che è sterile, come il deserto, e per starci bisogna essere attrezzati. Che non è adatta ai dilettanti. Per questo la amo.“

„[... ] Ho dovuto constatare che cambiano i tempi, ma la merda rimane sempre la stessa. Come chi se la deve mangiare.“


„Al mondo ci sono solo due categorie di persone, per te." Dice il Guardiano, tranquillo. "Quelli che non ti crederebbero, e ti metterebbero in manicomio, e quelli come me, che ti farebbero la pelle. [... ]“

„Quando il gioco si fa duro, i furbi vanno nelle retrovie.“

„La pioggia a Milano ha un effetto quasi magico sul traffico: non funziona più nulla.“

„Sono al suo servizio, a patto che non mi chieda di ammazzare qualcuno. Per quello ho una tariffa extra.“

„Avevo un segreto che non potevo rivelare a nessuno, mia madre era stata terribilmente chiara in proposito, e questo mi faceva sentire un tipo speciale.“

„Tutto questo casino perché non scopi abbastanza?“


„Eccola lì la morte paziente. Sono abituato a quella feroce, che ti prende di colpo con un coltello o un proiettile. O a quella crudele, che ti lascia sanguinare sul pavimento. So come trattarla, a cosa pensare quando mi chino su un cadavere. Quella lenta, che ti scava dall'interno, mi incute timore. Non è un incidente di percorso che si possa scansare stando attenti. È il destino inevitabile, il saldo del conto.“

„Ho impiegato una vita a costruirmi una immagine politically correct e adesso me la stai mandando in merda! E se ci siamo solo noi, chi cazzo li compra i miei libri?“

„Faccio un buco nuovo alla cintura. I vestiti mi cascano addosso come le mutande a John Holmes dopo un'erezione.“

„La mia strategia di sopravvivenza è quella di spostare in avanti i debiti e farmi pagare cash, ma adesso sono fermo, non so per quanto. Sono stufo, continuo ad avere paura della miseria e della morte.“


„Quelli come me non vanno in giro con la lente d'ingrandimento a fare geniali deduzioni. Siamo dei poveracci che frugano nella merda.“

„Devo solo fare due chiacchere con il dottore."
"Capisco." Sorride rapinosa. "Aspetti il suo turno, che le fisso un appuntamento."
"Si limiti a chiamarlo, per favore. Ho visto uscire un paziente dallo studio, quindi sarà da solo."
"Purtroppo non posso. Vede, tra un paziente e l'altro il DOTTORE MEDITA!" Le ultime parole le ha urlate, e per un attimo ho la visione del suo velopendulo.
Non mi scompongo "Fa le parole crociate, vuol dire." La vedo sbiancare e proseguo, sussurrando confidenziale. "Vede, prima che lo cacciassero da Milano con le torce e i forconi ero io a procurargli la clientela." Le batto sulla mano inanellata. "Mi consideri uno di famiglia.“

„Gli eroi sul cavallo bianco sono un po' in ribasso, soprattutto quando non valgono una cicca.“

„Ho accettato di fare un lavoro che non mi piace, per pagare un'inchiesta inutile che mi darà un sacco di rogne. In parole povere, mi sono fatto fregare, e neanche me ne sono accorto.“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 31 frasi