„Montag guardò il fiume. Noi andremo sul fiume. Guardò le antiche rotaie della ferrovia. Oppure andremo in quella direzione. O percorreremo le grandi autostrade ora, e avremo tempo di mettere tante cose dentro di noi. E un giorno, dopo che la sapienza sarà stata a lungo in noi comparirà sulle nostre mani e sulle nostre bocche. E gran parte di essa sarà errata, ma una parte sufficiente sarà giusta. Cominceremo a camminare oggi e a vedere il mondo come il mondo cammina e parla, come realmente appare. Voglio vedere ogni cosa, ormai. E anche se niente di esso sarà e quando entrerà in me, dopo qualche tempo si raccoglierà tutto insieme dentro di me e sarà me stesso. Guarda il mondo qua intorno, Signore, Signore, guardalo, qua intorno a me, al di là della mia faccia, e il solo modo di toccarlo veramente è di metterlo dove sia finalmente me stesso, dove è nel sangue, dove è spinto a correre in circolo mille volte per diecimila ogni giorno. Ho già un dito sul mondo, adesso; questo è un principio.“

Fahrenheit 451

Ultimo aggiornamento 21 Maggio 2020. Storia

Citazioni simili

Lucio Battisti photo
Francesco De Gregori photo
Max Pezzali photo
Lucio Battisti photo
Nek photo
Fabri Fibra photo
Fernando Pessoa photo

„Non sono niente. | Non sarò mai niente. | Non posso voler essere niente. | A parte questo, ho dentro me tutti i sogni del mondo.“

—  Fernando Pessoa poeta, scrittore e aforista portoghese 1888 - 1935

da Fantasie di interludio, p. 167
Poesie, Gli eteronimi, Alvaro de Campos: Poesie

Questa traduzione è in attesa di revisione. È corretto?
Frances Hodgson Burnett photo
Emily Brontë photo
Vittoria Puccini photo
José Mourinho photo
Nek photo
Leonardo Da Vinci photo
Ronald Laing photo
Nick Hornby photo
Michel De Montaigne photo

Argomenti correlati