„Capisco come sia stato possibile per Spinoza trovare una felicità profonda ed intensa quando venne scomunicato, quando era povero, disprezzato e considerato sospetto sia dagli ebrei che dai cristiani. Il mondo degli uomini non mi ha mai trattato in tal modo, però il suo isolamento dall'universo della gioia dei sensi è in qualche modo analogo al mio. Egli amò il bene per il bene. Come tanti grandi spiriti accettò il suo posto nel mondo e si affidò ad un Potere superiore con la purezza di un bambino, credendo che Egli lavorava attraverso le sue mani e prevaleva attraverso il suo essere. Credeva assolutamente in Lui e anch'io. Mi sembra che l'ottimismo profondo e solenne debba provenire da questa ferma fiducia nella presenza di Dio nell'individuo. Non un remoto e inavvicinabile Governatore dell'Universo, ma un Dio vicinissimo ad ognuno di noi, presente non solo nella terra, nel mare e in cielo, ma anche in ogni puro e nobile impulso dei nostri cuori, "la fonte e il centro di tutte le anime, il loro solo punto di ristoro.“

Pubblicità

Citazioni simili

Papa Benedetto XVI photo
Hans Urs Von Balthasar photo
Pubblicità
Samuel Butler photo
Hans Urs Von Balthasar photo
Beppe Grillo photo
Ralph Waldo Emerson photo
Mahátma Gándhí photo
Pubblicità
Robert Musil photo
Papa Paolo VI photo
 Vivekananda photo
Paolo Tanzella photo
Pubblicità
Abraham Joshua Heschel photo
Jean Daniélou photo
Edoardo del Portogallo photo
Albert Einstein photo