„Avete chiamato un uomo: ladro e bandito, applicate contro di lui i rigori della legge e vi domandate se poteva essere differentemente. Avete mai visto un ricco farsi rapinatore? Non ne ho mai conosciuti. Io, che non sono né ricco né proprietario, non avevo che queste braccia e un cervello per assicurare la mia conservazione, per cui ho dovuto comportarmi diversamente. La società non mi accordava che tre mezzi di esistenza: il lavoro, mendicità e il furto. Il lavoro, al contrario di ripugnarmi, mi piace. L'uomo non può fare a meno di lavorare: i suoi muscoli, il suo cervello, possiede un insieme di energie che deve smaltire. Ciò che mi ripugnava era di sudare sangue e acqua per un salario, cioè di creare ricchezze dalle quali sarei stato sfruttato. In una parola mi ripugnava di consegnarmi alla prostituzione del lavoro. La mendicità è l'avvilimento, la negazione di ogni dignità. Ogni uomo ha il diritto di godere della vita. "Il diritto a vivere non si mendica, si prende". (Dichiarazione davanti ai giudici, 8 marzo 1905)  quale la fonte secondaria?“

Pubblicità

Citazioni simili

Lev Nikolajevič Tolstoj photo
Gianni Monduzzi photo
Pubblicità
Paolo Mantegazza photo

„Povero o ricco, lavora.“

— Paolo Mantegazza fisiologo, antropologo e patriota italiano 1831 - 1910
cap. Il codice dell'uomo onesto, massima 65

Ayn Rand photo
Stefano Rodotà photo
Niccolò Ghedini photo
Geminello Alvi photo
Karl Marx photo
Pubblicità
Karl Marx photo

„Il lavoro non è la fonte di ogni ricchezza.“

— Karl Marx filosofo, economista, storico, sociologo e giornalista tedesco 1818 - 1883

Alexandre Marius Jacob photo
George Steiner photo
Carlo Michelstaedter photo
Pubblicità
Philippe Starck photo
Silvio Berlusconi photo
Umberto Galimberti photo
Karl Marx photo
Avanti